Unipol riduce di 240 milioni il valore dei titoli strutturati

A
A
A
di Redazione 26 Aprile 2013 | 06:50
È quanto emerge da una nota emessa da Unipol, in cui si comunica anche l’approvazione di una nuova versione del bilancio 2012 della compagnia bolognese

NUOVO BILANCIO – Unipol ha ricalcolato il valore dei titoli strutturati su input della Consob. L’ “affinamento delle stime” comporta una riduzione di fair value di circa 240 milioni di euro. È quanto emerge da una nota emessa da Unipol, in cui si comunica anche l’approvazione di una nuova versione del bilancio 2012 della compagnia bolognese, come di Premafin, Fonsai e Milano Assicurazioni dopo che la Consob aveva richiesto di riesporre i dati 2011 in cui aveva riscontrato alcuni errori (vai qui per la notizia).

L’ADEGUAMENTO – È stato adottato, ha spiegato la compagnia bolognese, “un adeguamento dell’approccio valutativo del fair value di alcune tipologie di titoli strutturati con criteri più consistenti rispetto alla best practice di mercato”. Anche la riapprovazione dei bilanci di Unipol, Premafin, Fonsai e Milano Assicurazioni è avvenuta dopo una richiesta dell’autorità di sorveglianza del 17 aprile e in vista delle assemblee degli azionisti della prossima settimana.

I DUBBI DELLA SOCIETA’ – Unipol, come già aveva fatto il 27 dicembre scorso, ribadisce la sua “non condivisione” per rilievi di Consob che riguardano le modalità di contabilizzazione di alcuni titoli strutturati, in quanto gli “asseriti errori” avrebbero un’incidenza pari a 7 milioni di euro su un attivo patrimoniale di 39,5 miliardi, ovvero “un impatto trascurabile”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X