Banca Imi chiude il trimestre in calo

A
A
A
di Redazione 14 Maggio 2013 | 12:43
La banca di investimento del gruppo Intesa Sanpaolo ha registrato un risultato netto consolidato di 145 milioni di euro, contro i i 235 milioni di un anno prima.

UTILE IN CALO – Banca Imi ha chiuso il primo trimestre del 2013 con un utile netto consolidato di 145 milioni di euro, contro i 148 milioni del quarto trimestre 2012 e i 235 milioni del 31 marzo 2012. Lo ha annunciato la stessa banca di investimento del gruppo Intesa Sanpaolo (qui i conti della capogruppo) guidata dall’amministratore delegato Gaetano Miccichè – direttore generale e responsabile della divisione Corporate & Investment Banking del gruppo Intesa Sanpaolo – e dal direttore generale Andrea Munari, al termine del cda riunitosi sotto la presidenza di Fabio Roversi Monaco.

COEFFICIENTI PATRIMONIALI – Nel dettaglio, segnala Banca Imi, il margine di intermediazione si è attestato nel trimestre a 373 milioni di euro, in crescita rispetto ai 361 milioni del quarto trimestre 2012.  Alla sua formazione, precisa la società, hanno contribuito in particolare le aree capital markets per 287 milioni, structured finance per 60 milioni e investment banking per 26 milioni. Il risultato consolidato della gestione operativa è stato pari a 280 milioni, il terzo miglior risultato di sempre, rispetto ai 277 milioni del quarto trimestre 2012 e ai 388 milioni al 31 marzo 2012. Confermata infine la solidità patrimoniale di Banca Imi, con un Core Tier 1 al 12,6%.

Di seguito tutti i dati del primo trimestre 2013 (fonte: Banca ImI)

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti