Hsbc, via altre 14mila persone entro il 2016

A
A
A
di Redazione 15 Maggio 2013 | 12:04
L’a.d. Stuart Gulliver ha già ridotto i costi annuali di quattro miliardi e ridotto il personale di 46.000 persone da quando è diventato ceo all’inizio del 2011…

NUOVI TAGLI IN ARRIVO – Nuovi tagli in arrivo per i dipendenti del gruppo Hsbc. Secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Reuters, il colosso bancario guidato dall’a.d. Stuart Gulliver intende eliminare altri 14.000 posti di lavoro da qui al 2016 a livello globale come parte di un piano di ristrutturazione volto a ridurre i costi di circa 3 miliardi di dollari l’anno e aumentare la profittabilità. 

SOSTENERE IL PATRIMONIO – Il nuovo piano di taglio costi permetterrà inoltre alla banca di sostenere il patrimonio e aumentare i dividendi: l’obiettivo è di portare i costi sotto il 55% dei ricavi. L’a.d. Gulliver ha già ridotto i costi annuali di quattro miliardi e ridotto il personale di 46.000 persone da quando è diventato ceo all’inizio del 2011.

PUNTARE SUI MERCATI EMERGENTI – Al termine dei tagli, il numero dei dipendenti del gruppo dovrebbe così scendere a 240.000-250.000 unità dai 261.000 di fine 2012. Per fronteggiare la debolezza della domanda europea, Hsbc punta alla crescita nei mercati asiatici e a una maggiore coperazione tra le varie divisioni della banca.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti