Esma e Mifid 2, guarda il videoconfronto tra consulenti e commercialisti

A
A
A
di Maria Paulucci 22 Giugno 2017 | 09:22
Esma, Mifid 2, competenze e conoscenze dei professionisti: se ne è discusso nella tavola rotonda organizzata da WealthGround.

“Mifid 2: competenze e opportunità”: questo il titolo dell’evento organizzato da WealthGround presso l’Aula Seminari dell’Università Iulm di Milano. Una tavola rotonda alla quale hanno partecipato Maurizio Bufi, presidente di Anasf, Emanuele Carluccio, presidente Standards and Qualifications Committee presso Efpa Europe, Massimo Scolari, presidente Ascosim e consulente del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti, Barbara Guglielmetti, vice presidente dell’Unione nazionale giovani dottori commercialisti ed esperti contabili e delegato di giunta nella commissione finanza, e Camilla Casciati, partner Prometeia ed head of knowledge management & change management, i cui interventi sono stati moderati da Alessandro Galimberti, giornalista de Il Sole 24 Ore e presidente dell’Unione nazionale cronisti italiani.

Al centro del confronto le linee guida adottate da Esma e le implicazioni derivanti dal recepimento in Italia degli orientamenti dell’autorità europea relativamente alle qualifiche e all’esperienza richieste per la prestazione di consulenza in materia di investimenti e di informativa su strumenti e servizi, la qualità dell’advisory e i principali elementi dei modelli di servizio della consulenza finanziaria indipendente e non. Significativo l’intervento del Consiglio nazionale dei dottori commercialisti ed esperti contabili, che si è posto l’obiettivo di promuovere la figura del commercialista come riferimento per la gestione dell’intero patrimonio del cliente, comprese le attività di wealth management: una riflessione, quindi, anche sulle prospettive del mercato e sui vincoli previsti per il professionista affinché possa svolgere l’attività di financial advisor, considerato che l’Albo unico tenuto e vigilato da Ocf comprenderà anche i professionisti fee only.

“Il presidente Bufi“, ha spiegato Anasf, “è intervenuto al convegno commentando l’impatto che la normativa di regolamentazione del settore avrà sull’intero sistema del risparmio gestito e sulle prospettive e sui vincoli legati all’attività di financial advisor”.

CLICCA PER GUARDARE IL VIDEO DELLA TAVOLA ROTONDA.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti