Private banking, Zancanaro (Banca Aletti) è il nuovo presidente di Aipb

A
A
A
di Redazione 27 Maggio 2013 | 09:40
L’amministratore delegato di Banca Aletti guiderà l’associazione per i prossimi tre anni e sarà affiancato dai vice presidenti Fabio Innocenzi e Andrea Ragaini.

NUOVO CDA Maurizio Zancanaro è il nuovo presidente di Aipb. Lo annuncia la stessa associazione italiana del private banking, che ha eletto il nuovo cda in carica per i prossimi tre anni.  Zancanaro, attuale a.d. di Banca Aletti e già già responsabile delle grandi relazioni corporate di Aipb, subentra a Dario Prunotto, ai vertici dell’associazione dal 2010. Il neopresidente sarà affiancato dai vicepresidenti Fabio Innocenzi, ceo di Ubs Italia, e Andrea Ragaini, ceo di Banca Cesare Ponti, una scelta in linea con l’idea di rappresentare sia i grandi gruppi internazionali che si occupano di private banking, sia le realtà focalizzate sul family office e sull’asset management.

IL COMMENTO DEL NEOPRESIDENTE – “Nel contesto attuale l’associazione gioca un ruolo molto importante a supporto del settore”, ha commentato Zancanaro. “Il mio mandato sarà quindi dedicato a creare le condizioni affinché Aipb sia decisiva nel sostegno allo sviluppo dell’industria private in Italia. E questo nei tre contesti chiave in cui si gioca lo sviluppo qualitativo del private italiano. Innanzitutto nell’evoluzione del private banking dall’asset allocation al wealth management. In secondo luogo nel cambiamento della figura del private banker, da gestore di relazione a manager di un team di esperti come sempre più spesso viene richiesto. Infine in quello della cultura finanziaria che riguarda anche l’evoluzione di Aipb stessa: dall’Italia al resto del mondo attraverso il confronto tra le caratteristiche del mercato italiano e quelle del mercato internazionale”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti