PROMOTORI-SPECIALE APF: Sono aumentate le cancellazioni su domanda

A
A
A
di Redazione 4 Giugno 2013 | 08:30
Nel 2012 i provvedimenti sanzionatori e cautelari hanno riguardato lo 0,3% dei promotori attivi, agenti o dipendenti di banca.

I PROVVEDIMENTI DEL 2012 – Nel 2012 l’Apf, l’Organismo per la tenuta dell’Albo dei promotori finanziari, ha adottato 88 delibere in tutto. Il quadro dei provvedimenti, secondo la relazione annuale presentata oggi a Roma, include 1.525 iscrizioni all’Albo, di cui 775 per superamento della prova valutativa e 750 per possesso dei requisiti di professionalità. Rispetto al 2011, il calo del totale è pari al 15,7%. Dividendo i provvedimenti di iscrizione all’Albo per fasce di età, emerge che il segmento più numeroso è quello compreso tra i 40 e i 50 anni (541, pari al 35,5%). I giovani rappresentano circa il 16% (250 unità). Le iscrizioni all’Albo per superamento della prova riguardanti i giovani under 30 sono scese di circa il 14%.

LE CANCELLAZIONI – In totale, il 51% dei promotori finanziari che si sono iscritti nel 2012, ossia 782, risulta aver ottenuto un mandato entro la fine dell’anno. Ma la percentuale, segnala Apf, “sale al 61% se si protrae il periodo di osservazione al primo trimestre del 2013, con un totale di 929 iscritti”. I provvedimenti di cancellazione hanno riguardato 3.792 promotori finanziari in tutto, di cui 2.327 cancellazioni a domanda, 1.382 cancellazioni per mancato pagamento nei termini del contributo di vigilanza e/o di tenuta dell’Albo, 76 cancellazioni per decesso e sette cancellazioni per perdita dei requisiti. A questi dati si aggiungono 71 provvedimenti di radiazione adottati dalla Consob nel corso dell’anno, rispetto ai 92 del 2011.

UN NUMERO ESIGUO
– Nel 2012 i provvedimenti sanzionatori e cautelari (complessivamente 85 contro i 116 del 2011) hanno riguardato un numero esiguo di promotori finanziari, pari allo 0,3% dei promotori attivi, agenti o dipendenti di banca. Le cancellazioni su richiesta sono pari al 61% e quelle per mancato pagamento al 36%. Nel 2012 sono aumentate le cancellazioni su richiesta degli interessati con un più 28% circa e sono diminuite le cancellazioni per mancato pagamento dei contributi di vigilanza e/o di tenuta dell’Albo (-17% circa). A livello di operatività delle sezioni territoriali, su Milano si è concentrato il 54,9% dei provvedimenti di cancellazione e su Roma il restante 45,1%. I primi quattro mesi del 2013 si sono rivelati in netta controtendenza rispetto all’esercizio precedente: i provvedimenti di iscrizione (868) hanno superato, per la prima volta da quando l’Albo è gestito da Apf, quelli di cancellazione (576).

Di seguito, due tabelle che fotografano l’andamento delle cancellazioni e delle iscrizioni (fonte: relazione annuale Apf).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti