Battere il credit crunch: un convegno sul tema a Milano

A
A
A
di Andrea Giacobino 11 Giugno 2013 | 08:51
L’incontro, intitolato “Una nuova finanza per la crescita” e organizzato dal gruppo CO.MO.I. e da Ref Ricerche, si terrà domani presso il Circolo della Stampa di Milano.

IL CONVEGNO – Come battere il credit crunch? Investitori istituzionali e imprese devono collaborare, come spiegherà un convegno a Milano. L’esigenza di far decollare una collaborazione intensa tra investitori istituzionali e imprese è infatti l’oggetto del convegno “Una nuova finanza per la crescita”, organizzato domani dal gruppo CO.MO.I. e da Ref Ricerche presso il Circolo della Stampa di Milano. Al convegno parteciperanno: Maurizio Agazzi (fondo Cometa), Angelo Baglioni (Università Cattolica e Ref Ricerche), Vittorio Conti (Consob), Fedele De Novellis (Ref Ricerche), Mauro Di Ascenzi (Federutility), Arrigo Giana (Atm), Giorgio Gobbi (Banca d’Italia), Amedeo Levorato (Aps Holding), Carlo Monticelli (Ministero dell’Economia e delle Finanze) e Gerardo Stigliani (CO.MO.I. Sim). Coordinerà i lavori Enrico Romagna Manoja, direttore de “Il Mondo”. Le conclusioni saranno affidate a Stefano Silvano Andriani, presidente del Cespi.

ESPERIENZE CONCRETE – I tempi non consentono ulteriori dilazioni e i vincoli ed i problemi di liquidità del sistema bancario sono tali che sarebbe negligente ignorare proposte che siano in grado di mettere in campo risorse efficienti per far riprendere il sistema manifatturiero. Il convegno, introdotto dal professor Giacomo Vaciago, presidente di Ref Ricerche, sarà l’occasione per presentare le risposte di CO.MO.I e di Ref al Green Paper della Ue sul finanziamento a medio e lungo termine, attualmente in fase di consultazione. Tali risposte saranno peraltro corroborate dall’illustrazione delle esperienze concrete di CO.MO.I nella definizione del primo fondo destinato al supporto del credito all’esportazione e destinato ad investitori istituzionali.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti