Intesa Sanpaolo: Enrico Cucchiani lascia, al suo posto Carlo Messina

A
A
A

I vertici guidati dal presidente Giovanni Bazoli hanno nominato Carlo Messina, attuale direttore generale vicario e numero uno della rete di Intesa Sanpaolo. A Cucchiani 3,6 milioni di euro di buonuscita.

di Redazione30 settembre 2013 | 06:14

CUCCHIANI LASCIA – Dopo due anni alla guida dell’istituto si chiude l’esperienza di Enrico Cucchiani come amministratore delegato di Intesa Sanpaolo. Appena qualche giorno fa le prime indiscrezioni, poi riprese e approfondite dal Financial Times; domenica, infine, a notte fonda sono state comunicate le dimissioni dell’ex numero di uno di Allianz, spazzando via tutte le incertezze che avrebbero pesato ancora sulla capitalizzazione in Borsa.

LEGGI ANCHE: Cucchiani (Intesa Sanpaolo): “Comprare B. Generali? No comment”

LA VICENDA E LA LETTERA – “Enrico Tommaso Cucchiani lascia con effetto immediato la carica di consigliere delegato e ceo”, ha annunciato la banca al termine dei consigli. E a Cucchiani vanno in tasca 3,6 milioni di euro di buonuscita. Tutto è iniziato sabato, riferisce l’agenzia di stampa Ansa che ha provato a ricostruire i fatti, quando tornato da New York, lo stesso Cucchiani ha incontrato nel pomeriggio di domenica il presidente Giovanni Bazoli e Gian Maria Gros-Pietro (presidente del consiglio di gestione) per un chiarimento. E per la consegna della lettera di dimissioni.

LEGGI ANCHE: Ambrosetti 2013, Enrico Cucchiani (ceo Intesa Sanpaolo): “Il cruccio delle banche è il credito. L’Italia? Ripartirà”

NOMINE E GOVERNANCE – Manca ancora l’ufficializzazione, ma prima il consiglio di gestione avrebbe preso atto delle dimissioni di Cucchiani, poi la Sorveglianza, in una seduta fiume che si è chiusa intorno alle 22,30, avrebbe nominato Carlo Messina, attuale direttore generale vicario e numero uno della rete di Intesa Sanpaolo, nota all’interno del gruppo col nome di Banca dei territori. Al tempo stesso il consiglio di sorveglianza ha integrato il Cdg con Francesco Micheli. Ma non finisce qui per Ca’ de Sass che ora dovrà affrontare il tema governante, prossima a tornare a quella tradizionale in sostituzione del sistema duale nato in seguito alla fusione sull’asse Milano-Torino.


Non è possibile commentare.

Ti può anche interessare

Non solo rete, Fineco leader nel trading su azioni

La banca guidata da Alessandro Foti al primo posto nel 2017 nei volumi come intermediario sulle azio ...

Bonifici istantanei, la sfida alle banche

Come funziona il nuovo sistema di pagamento e chi è pronto a sfidare i classici intermediari finanz ...

Gli Elementi Essenziali di Mediolanum

Prende il via da Bologna il primo appuntamento di un ciclo di incontri culturali ...