Mustier (UniCredit): “Il rischio sistemico è alle spalle”

A
A
A

Venti miliardi per i salvataggi per l’ad di UniCredit sono poco più dell’1% del Pil: infinitamente meno di quanto hanno fatto altri Paesi europei.

Chiara Merico di Chiara Merico12 luglio 2017 | 10:04

RISCHIO ALLE SPALLE – “Oggi si può dire che il rischio sistemico è alle nostre spalle. L’intervento del governo è stato molto coraggioso e la soluzione che è stata trovata può trasformare la percezione dell’intero sistema bancario italiano. La riduzione del rischio si è già rivelata molto favorevole per tutte le banche quotate. Lo scenario, adesso, è molto diverso. E positivo”. Sono queste le parole di Jean Pierre Mustier, amministratore delegato di UniCredit, in un’intervista al Corriere della Sera.”L’acquisto di Npl con fondi pubblici andrebbe fatto comunque a valori di mercato, per evitare distorsioni. Intanto una cosa è certa: l’azione del governo italiano su Mps e sulle venete èstata molto positiva, utile per tutto il sistema. Avrà un impatto positivo sul Paese”, dichiara Mustier, secondo cui “anche la soluzione per le banche e la cessione degli Npl potrà funzionare come spinta per la crescita. Ne sono convinto. Venti miliardi per i salvataggi – ha osservato Mustier – sono poco più dell’1% del Pil: infinitamente meno di quanto hanno fatto altri Paesi europei. E’ un momento di svolta”.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

UniCredit, prove tecniche di fusione con SocGen

UniCredit, assunzioni di giovani e prepensionamenti in vista

UniCredit, cessione miliardaria di crediti deteriorati

Ti può anche interessare

Dalla Consob un nuovo Quaderno giuridico sul bail-in

Lo studio analizza la distribuzione dei titoli da parte degli intermediari a seguito dell’obbligo ...

Caso fee only: (non) c’è il rischio della sospensione dell’attività

Le tempistiche di istruttoria per l'iscrizione potrebbero creare un "buco" normativo. ...

Widiba mette radici a Erba

Inaugurazione sabato 26 maggio di una nuova filiale con 4 consulenti finanziari ...