Banca Generali, tutte le novità 2014

A
A
A
Gianluca Baldini di Gianluca Baldini 10 Febbraio 2014 | 10:00
Nella tornata di incontri con le reti in giro per l’Italia, Banca Generali ha alzato il velo sulle novità di prodotti che giungeranno sul mercato a brevissimo.

NOVITA’ IN ARRIVO – Nella tornata di incontri con le reti in giro per l’Italia di Banca Generali, la società ha alzato il velo sulle novità di prodotti che giungeranno sul mercato a brevissimo. Forti dei numeri di raccolta con circa 2,8 miliardi di raccolta gestita nel 2013 i manager della banca del Leone avrebbero presentato una serie di nuove soluzioni dalle forti connotazioni specialistiche nella famiglia cui si aggiunge la prossima uscita di una nuova unit linked. Lo stesso Gian Maria Mossa, condirettore generale della banca ha presentato ai consulenti la nuova Bg Stile Libero, un polizza multiramo a premio unico che debutterà a fine febbraio. I punti di forza sono forniti dalle garanzie della gestione separata, che raccoglie le opportunità di extra rendimento da investimenti in prodotti di casa e di terzi con ampia scelta di differenziazione, dai servizi annessi che variano dallo stacco della cedola dalla gestione o i cambi di comparto illimitati al suo interno con le compensazioni fiscali, per non menzionare dai vantaggi dall’ampliamento delle coperture assicurative e benefici fiscali. Sempre nell’ambito del gestito si espande la famiglia dei comparti dei fondi di fondi Bg Selection che a breve aprirà a nuove deleghe di mandato.

DIVERSIFICAZIONE PRIMA DI TUTTO – Le grandi possibilità di diversificazione abbracciano una nuova categoria di dinamiche di investimento: i real-assets (azionarie e multi assets) con Invesco, Morningstar, Morgan Stanley e Blackrock selezionati per l’esperienza e le strategie di investimento utili su tematiche relative alla crescita e al potenziale ritorno dell’inflazione. Infine le nuove proposte nella categoria dei fondi BG Sicav con risalto alle forti competenze di case internazionali su temi di investimento particolarmente sensibili alle complessità dei mercati. La parte obbligazionaria (divisa in cinque cluster: unconstrained, income, debt, credit e convertible) si arricchisce di un nuovo comparto in delega ad Amundi e Ubs dalla strategia attiva per orientarsi liberamente alle oscillazioni dei tassi. Nel debito governativo Vontobel amplia l’offerta con un governativo specializzato sui debiti di Paesi di nuova frontiera, e nelle obbligazioni corporate si segnala il focus di Jp Morgan con la diversificazione che spazia al mondo high yield; mondo a sua volta approfondito in un segmento ad hoc da Ubs. A Schroder sono stati assegnati due mandati: uno sulle obbligazioni convertibili ed un azionario specializzato nelle società ad alto dividendo. Sempre nell’ambito degli azionari “tematici” si inseriscono anche Morgan Stanley con un fondo che investe in società quotate in infrastrutture ed immobili ed uno a Gfm con focus sulle small-mid cap europee dalle prospettive di sviluppo internazionale. Per le categorie dinamiche infine si segnala il mandato long-short a strategia attiva sull’azionario di Threadneedle. Grazie anche ai nuovi comparti la banca punta ad un partenza a razzo nella raccolta 2014.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Ora Tsipras dovrà varare le riforme promesse alla “troika”

National Bank of Greece alla finestra, Atene attende le elezioni

Varate le riforme, Tsipras può trattare per un terzo bailout

NEWSLETTER
Iscriviti
X