Promotori, FinecoBank passa ai raggi X la voluntary disclosure

A
A
A
di Redazione 4 Marzo 2014 | 15:52
All’incontro hanno partecipato 200 professionisti del settore tra financial advisor di FinecoBank e figure professionali interessate dal nuovo decreto legge. Nella foto: Carlo Giausa, direttore servizi di investimento e wealth management di FinecoBank.

A SCUOLA DI VOLUNTARY DISCLOSUREFinecoBank prosegue nel suo impegno sul fronte dell’approfondimento del decreto legge sulla voluntary disclosure. La banca ha infatti organizzato per martedì 4 marzo a Milano un incontro dedicato al tema. All’incontro hanno partecipato 200 professionisti del settore tra financial advisor di FinecoBank e figure professionali interessate dal nuovo decreto legge come commercialisti, avvocati, notai. “Nell’ambito dell’attività di asset protection, FinecoBank ha organizzato un roadshow itinerante rivolto a commercialisti e avvocati che vogliono approfondire il tema del recente decreto legge sulla voluntary disclosure, in collaborazione con lo studio Russo De Rosa Associati, nostro partner in queste iniziative”, ha spiegato Carlo Giausa (nella foto di apertura), direttore servizi di investimento e wealth management di FinecoBank.

ESAMINARE IL TEMA IN DETTAGLIO
– “Ogni singola iniziativa è organizzata dai manager territoriali, con la volontà di alimentare la consapevolezza legata a questo provvedimento legislativo”, ha aggiunto. “L’obiettivo è esaminare nel dettaglio il tema della voluntary disclosure e il contenuto del decreto legge 4/2014, evidenziandone procedure, aspetti sanzionatori e pro e contro per chi volesse ricorrervi, oltre alle differenze rispetto ad altre iniziative, come il cosiddetto ‘scudo fiscale’. Un’iniziativa che conferma ancora una volta l’attenzione sempre maggiore di FinecoBank verso i clienti private”, ha concluso Giausa.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X