Consulenza, nasce Banor sim

A
A
A
di Elisa Zeri 1 Aprile 2014 | 11:00
La boutique italiana indipendente con sedi a Milano, Torino e Londra, specializzata nella gestione di capitali e nella consulenza sui patrimoni corposi, conta su oltre 3 miliardi di euro di masse.

NASCE BANOR SIM – I grandi patrimoni e i clienti istituzionali, italiani e esteri, sono sempre più nel mirino degli investitori di nicchia. Nasce così Banor sim spa, la boutique italiana indipendente con sedi a Milano, Torino e Londra, specializzata nella gestione di capitali e nella consulenza sui patrimoni corposi, che conta su oltre 3 miliardi di euro di masse. La nuova realtà, nata da Banknord che ha acquisito una partecipazione nella società londinese che gestisce la sicav lussemburghese Banor Sicav (ex Proxima Investments Sicav), nel futuro punta a diventare gruppo. A oggi è stata acquisita la partecipazione, con una quota iniziale del 20%, nella Banor Capital Ltd (ex Proxima Investment Management Ltd) società di gestione inglese (autorizzata Fca), con sede a Londra, già partecipata da diversi azionisti di Banor sim, tra cui l’ad Massimiliano Cagliero e il direttore degli investimenti Luca Riboldi.

AMPLIARE IL RAGGIO D’AZIONE – “Con quest’operazione intendiamo ampliare il raggio d’azione sui mercati internazionali dei capitali, con una presenza diretta anche a Londra, a beneficio di tutti i clienti attuali, istituzioni e privati. Per il futuro abbiamo intenzione di puntare con forza sulla clientela istituzionale come fondi pensione, casse e fondazioni”, commenta Cagliero. Il gruppo può così ampliare l’offerta di servizi, tramite una gamma di fondi value absolute return indirizzati agli investitori istituzionali e al mercato retail e che vanno ad aggiungersi alle linee di gestione patrimoniale dedicate alla clientela ei paperoni.

UN NUOVO NOME E UN NUOVO CORSO – “Con l’acquisizione vogliamo compiere un nuovo corso: e abbiamo cambiato anche il nome. Il nostro obiettivo è offrire alla clientela uno spettro più ampio di opportunità di investimento sui mercati internazionali e continuare a crescere per allargare la nostra capacità di azione in modo diretto anche agli Stati Uniti e all’Asia”. E aggiunge: “Non escludiamo in futuro di procedere nel processo di acquisizione fino a consolidare Banor Capital Ltd, una società di investimento che gestisce prodotti complementari alle nostre attività di gestione, con il nostro approccio value e absolute return”. Grazie al processo di investimento che si basa  sui principi del “Value Investing” e ai risultati ottenuti negli anni, Banor a marzo 2013 ha ottenuto anche la certificazione di conformità agli standard Gips (Global International Perfomance Standards) del proprio processo di investimento e delle performance, rilasciata da Price Waterhouse Coopers. Che la rende idonea anche per gli investitori americani. Quanto ai numeri, 1,7 miliardi sono di gestione diretta (Londra compresa) mentre la restante parte si conta tra amministrato, family office, consulenza Mifid. Il gruppo offre prodotti armonizzati Ucits. Banor Capital è infatti gestore di Banor Sicav, una famiglia di fondi di diritto lussemburghese a cui fanno capo vari comparti. Tra questi, quelli su cui punta il gruppo sono (tutti con approccio value) soprattutto la Banor Sicav North America Long Short Equity fondo alternativo azionario che investe in titoli azionari Canada e Usa, la Banor Sicav Greater China Long Short Equity, alternativo azionario che investe (lungo e corto) in titoli di Cina, Hong Kong e Taiwan, Banor Sicav Athena Long Short Equity, alternativo azionario che investe in titoli principalmente italiani e la Banor Sicav Global Bond Absolute Return, che investe in strumenti di debito senza limite di duration o rating con l’obiettivo di generare rendimenti nel medio lungo termine.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti