Bim, approvato il piano industriale al 2020

A
A
A
di Chiara Merico 19 Luglio 2017 | 09:45
Il piano è stato predisposto secondo una logica ’stand alone’, cioè con un nuovo azionista che in tempi “molto stretti” rileverà nell’ambito del processo di liquidazione la quota di maggioranza precedentemente detenuta da Veneto Banca.

IL PIANO – Il cda di Banca Intermobiliare ha approvato il piano industriale 2017-2020, in sostanziale coerenza con le linea guida dello scorso febbraio. Lo rivela una nota dell’istituto specializzato nel private banking, in cui si specifica che il piano è stato predisposto secondo una logica ’stand alone’, cioè con un nuovo azionista che in tempi “molto stretti” rileverà nell’ambito del processo di liquidazione la quota di maggioranza precedentemente detenuta da Veneto Banca. L’istituto conferma il posizionamento nel mercato italiano del private banking di fascia alta e la strategia di crescita con 15 miliardi di aum al 2021 e un margine di intermediazione/asset previsto a 95bps a fine piano. Sono inoltre previste iniziative di ristrutturazione dei costi volte a riportare il target cost/income al 52% e la cessione degli attivi non strategici, come partecipazioni non strategiche e immobili.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bim, due ingressi di peso

Bim-Banca Consulia, salta il deal

Bim, Profilo, Consulia e Banor: si infiamma il risiko nel private banking

NEWSLETTER
Iscriviti
X