Corritore è OK, De Benedetti è KO

A
A
A
di Redazione 10 Aprile 2014 | 13:47
Davide Corritore, ex banchiere, ex direttore generale del Comune di Milano, non avrà brindato quando i giudici della Corte di Appello hanno assolto le quattro banche internazionali (Deutsche, Ubs, Depfa e Jp Morgan)…

BIGLIA BIANCA – Davide Corritore, ex banchiere, ex direttore generale del Comune di Milano, non avrà brindato quando i giudici della Corte di Appello hanno assolto le quattro banche internazionali (Deutsche, Ubs, Depfa e Jp Morgan) implicate nella famosa vicenda dei derivati per la quale erano state prima condannate. Certo una conferma della sentenza di primo grado sarebbe stata più gradita, ma Corritore comunque può dire di aver portato a casa dei risultati con la sua iniziativa avviata anni fa, quando era un semplice consigliere comunale. Intanto Palazzo Marino, con un accordo extragiudiziale con i quattro istituti di credito, ha incassato 455 milioni di euro. E questa non è robetta: sono soldi veri. E poi Corritore ha fatto da apripista per azioni analoghe alla sua: altri Comuni, altri enti, sulla sua scia, hanno attaccato i big del credito, cosa che prima non avrebbero neppure osato pensare. Per la finanza internazionale non sarà più così facile scorazzare in Italia approfittando della dabbenaggine (e a volte non solo di quella si è trattato) di amministratori pubblici.

BIGLIA NERA – Che brutto tramonto aspetta Carlo De Benedetti. L’Ingegnere, per anni simbolo del capitalismo rampante (se non proprio vincente) del nostro Paese, ora è in un mare di guai. La sua Sorgenia è schiacciata da un debito di quasi 2 miliardi di euro che rischia di tirare a fondo tutto quanto resta del suo gruppo. Così lui e il figlio Rodolfo stanno cercando disperatamente l’aiuto delle banche, come tanti altri loro colleghi di triste memoria (Zaleski, Ligresti, eccetera). E naturalmente rifiutano, da buoni capitalisti italiani, di metterci di persona soldi a sufficienza per tenere a galla la baracca. E il bello è che i giornali dell’Ingegnere (Repubblica, Espresso, quotidiani locali) imperterriti ogni giorno impartiscono all’intero Paese lezioni di etica, politica, buon governo. Ma perché un uomo intelligente, come certamente è e resta De Benedetti, non pensa a una serena pensione?

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti