Promotore-sindaco inguaiato dai rifiuti: la Consob lo sospende

A
A
A
di Redazione 12 Maggio 2014 | 14:21
L’ex sindaco è finito nel mirino dei magistrati per una vicenda di appalti. In attesa che si faccia chiarezza, la Consob ha deciso di stoppare la sua attività di promotore.

SOSPESO L’EX SINDACO – È stato attivo in politica e ha ricoperto la carica di sindaco nel Comune di Carloforte, in provincia di Cagliari. Agostino Stefanelli (nella foto), nato nel 1951 e divenuto promotore finanziario con l’iscrizione all’Albo nel 1993, sospeso in via cautelare dall’attività con delibera 18861 della Consob per un anno proprio a causa della sua “esperienza” nella pubblica amministrazione locale. In pratica, con una nota del 10 agosto 2012, Allianz Bank Financial Advisors ha comunicato alla Consob che Stefanelli “risulterebbe coinvolto in una serie di procedimenti penali, avviati presso il Tribunale di Cagliari”, per motivi e situazioni non citati nella delibera ma di cui la stampa locale ha ampliamente parlato. Stando alle cronache del territorio, la vicenda avrebbe preso il via da un appalto per la raccolta dei rifiuti e dalla gestione dei servizi cimiteriali. Primo cittadino, due assessori, tre imprenditori, due mediatori: tutti indagati per presunto concorso in turbativa d’asta aggravata. I fatti – venuti a galla nel 2012, quando Allianz Bank Financial Advisors ha fatto partire la sua nota – si sarebbero consumati fra il 2009 e il 2011.

LE RAGIONI DELLA CONSOB
– Con lettera datata 6 novembre 2013, la Consob ha comunicato a Stefanelli l’avvio di un procedimento finalizzato all’eventuale adozione di un provvedimento di sospensione cautelare e ha comunicato al promotore finanziario la possibilità di essere ascoltato e di trasmettere memorie difensive. Stefanelli si è difeso, ma per Consob “le deduzioni trasmesse dal promotore non hanno fornito prove da cui possa emergere la sua estraneità ai fatti di reato”. E poi “la natura dei reati addebitati a Stefanelli nonché le relative modalità concrete di commissione denotano l’idoneità dei medesimi a compromettere un eventuale futuro corretto svolgimento della professione di promotore finanziario e a pregiudicare gli interessi coinvolti nella prestazione dell’attività di offerta fuori sede”. Dunque, sospeso per un anno in attesa che la magistratura faccia maggiore chiarezza su quanto avvenuto.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X