Assunzioni “pilotate”, Goldman Sachs finisce sotto il faro delle autorità Usa

A
A
A
di Redazione 13 Maggio 2014 | 13:44
I sospetti delle autorità statunitensi si concentrerebbero anche sulle attività di trading ad alta frequenza sul mercato interno della banca, Sigma X.

PRATICHE DI ASSUNZIONE – Guai in vista per Goldman Sachs. Secondo quanto riporta il sito web affaritaliani.it citando alcuni documenti della Sec, la banca sarebbe oggetto di indagine per le pratiche di assunzione, il particolare per quanto riguarda il rispetto della normativa americana sulle attività internazionali delle imprese Usa. Per ora non si sa ancora quali siano i Paesi nel mirino, ma è probabile che l’inchiesta si concentri sulle attività di Goldman Sachs in Cina. Le autorità americane infatti – scrive ancora affaritaliani – hanno avviato l’estate scorsa alcune indagini sulle assunzioni di parenti di politici e personalità cinesi da parte di alcune banche Usa.

TRADING AD ALTA FREQUENZA – Non solo. I sospetti principali delle autorità statunitensi si concentrerebbero sulle attività  di trading ad alta frequenza (HFT) sul mercato interno della banca, Sigma X. All’inizio di aprile il Wall Street Journal ha scritto che Goldman Sachs si appresterebbe a chiudere Sigma X, vista la serie di errori nel trading e l’ondata di critiche (e di indagini) che ha colpito le dark pool. Il rumor, anche se smentito, ha rafforzato i dubbi delle autorità americane sulla trasparenza di questi mercati paralleli.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Obbligazioni, nuova emissione a tasso fisso targata GS

Top 10 Bluerating: Goldman Sachs AM si prende l’India

Mercati: i target di Goldman Sachs su indici azionari, valute e commodity

NEWSLETTER
Iscriviti
X