Gallia (Bnl): ecco il perché di un nuovo nome per i nostri pf

A
A
A
di Maria Paulucci 22 Maggio 2014 | 12:30
Il numero uno di Bnl: “ci interessa che, quando ci rivediamo tra tre anni per fare il punto, saremo veramente riusciti a realizzare il senso di quanto abbiamo presentato oggi”.

LA NUOVA RETE DI BNL – “Sappiamo che ci sarà un periodo in cui i costi saranno superiori ai ricavi, ma abbiamo già messo questa previsione nel nostro piano d’azienda triennale, oltre che nei nostri budget, e più che altro ci interessa che, quando ci rivediamo tra tre anni per fare il punto, saremo veramente riusciti a realizzare il senso di quanto abbiamo presentato oggi”. Insomma, la redditività conta, ma c’è anche dell’altro. È lanciando questo messaggio che Fabio Gallia, amministratore delegato di Bnl e responsabile del gruppo Bnp Paribas per l’Italia, ha risposto in conferenza stampa alla domanda di BLUERATING sul tempo che servirà per arrivare al punto di pareggio rispetto all’investimento per l’avvio della nuova rete di promotori finanziari di Bnl, presentata a Milano giovedì 22 maggio, sotto il nome di “Life Banker” (qui la notizia precedente). L’entità dell’investimento? La banca preferisce astenersi dal fornire indicazioni a cantieri ancora aperti.

Clicca qui per risentire cosa ha detto l’a.d. Gallia

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Procapite: Mediobanca miglior gruppo, ISPB stacca tutti

Consulenti, ecco chi sono i talenti più promettenti delle reti

Bnl Bnp Paribas LB, 11 miliardi di motivi per essere orgogliosi

NEWSLETTER
Iscriviti
X