Aipb: cambiare in scia ai nuovi orientamenti sulla retribuzione

A
A
A

Il 28 aprile si è riunito per la prima volta in sessione plenaria il comitato scientifico dell’Associazione italiana del private banking…

di Redazione17 luglio 2014 | 07:42

IL RUOLO DELLE GESTIONI PATRIMONIALI – Il 28 aprile si è riunito per la prima volta in sessione plenaria il comitato scientifico dell’Associazione italiana del private banking (Aipb). Il tema trattato nel corso dell’incontro, al quale hanno preso parte numerosi referenti dei desk di advisory bancari e i responsabili del mercato italiano delle principali case prodotto associate ad Aipb, è stato “Il ruolo delle gestioni patrimoniali nell’asset allocation private”. Due le posizioni emerse dal tavolo di confronto, che hanno visto da una lato schierati i professionisti favorevoli alla standardizzazione delle gestioni patrimoniali a fronte di un necessario contenimento dei costi in relazione ai livelli dei tassi che caratterizzano l’attuale fase di mercato e, dall’altro, i fautori delle gestioni patrimoniali individuali come servizio distintivo e caratterizzante per una offerta veramente personalizzata che non trovasse solo nell’ottimizzazione fiscale data dalla opportunità di compensare le perdite il valore aggiunto nell’asset allocation private.

NUOVI ORIENTAMENTI ESMA
– Come al solito, non ci siamo fermati qui. Nelle settimane passate si è creata anche l’occasione per parlare del tema “Il private banking alla luce dei nuovi orientamenti Esma su politiche e prassi retributive: evoluzione dei modelli organizzativi e degli strumenti per la gestione delle risorse umane”. Si è concluso infatti mercoledì 4 giugno il progetto che Aipb ha condotto con la collaborazione del centro di ricerca dell’Università Cattolica Cetif e che ha visto l’adesione di 19 operatori di private banking. Poiché la figura del private banker sta evolvendo coerentemente con i modelli di servizio riservati al cliente private, si è voluto dedicare attenzione e tempo all’analisi del set di capacità e competenze che caratterizzerà in futuro il professionista di successo. Le direzioni commerciali e i responsabili delle risorse umane hanno messo a confronto le loro esperienze in termini di reclutamento, formazione e incentivazione delle figure chiave a contatto con il cliente fornendo le basi per i futuri progetti di ricerca sui sistemi incentivanti attualmente al centro dell’interesse delle ultime evoluzioni normative.

*segretario generale Aipb

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Invertire la piramide

Cresce la raccolta del private banking italiano

Torna il Forum del Private Banking

Mifid 2, serve sempre più ricerca

Aipb, salgono a 119 i soci

Finanza e imprese, Aipb chiede interventi al governo

Polizze vita, AIPB: “Nessuna rivoluzione”

Dal tradizionalista al distaccato: che cliente private sei?

Innocenzi (Aipb): “Il private banking, un settore in crescita”

Il private banking punta sugli alternativi

Aipb, Maria Antonella Massari è il nuovo segretario generale

Forum Aipb: il ruolo dei consulenti per sostenere la ripresa

Innocenzi è il nuovo numero uno di Aipb

Aipb, le sfide future del private banking

Banca Generali, Mossa chiama Ragaini per creare una nuova divisione di wealth management

Mps, al via la rivoluzione del private

L’Album della Finanza 2014: Bruno Zanaboni

Il private banker: dal sondaggio al Forum annuale Aipb

Zanaboni (Aipb): Bisogna ascoltare il private banker, non solo il cliente

Private banking, anche i clienti “upper” riscoprono il gestito

Con Banca Cesare Ponti il private banking diventa totalmente 2.0

Aipb ci spiega il private insurance

Il private banking va oltre la crisi

Taddei sale sulla nave Ersel

Aipb – Ecco la mappa della ricchezza italiana

A prova di private banker

Scudo Fiscale – Aipb stima 50 miliardi

Rimpatrio effettivo

Scudo fiscale, nessun rimpatrio virtuale dei capitali

Private Banking, la crisi impatta sugli utili

Promotori finanziari – Fideuram batte le piccole private bank

Ai paperoni d'Italia piace investire nelle polizze

I certificati incontrano il private banking

Ti può anche interessare

Azimut, completato il piano mensile di acquisto di azioni

Ad oggi sono già state acquistate azioni per circa 13,9 milioni, di cui circa 2,1 milioni dal presi ...

Salviamo i risparmi in Lire, un appello al M5S

Cosa è rimasto della possibilità di convertire le Lire in Euro ...

Mediolanum Corporate University: qui formiamo con passione

Addestramento e comunicazione sono investimenti fondamentali per la crescita di lungo periodo ...