Mobile banking, sempre più italiani usano le app delle banche

A
A
A
di Redazione 18 Agosto 2014 | 09:30
Il 96% delle banche offre applicazioni per operare in mobilità. I dati emergono dal rapporto annuale sul mobile banking di ABI Lab.

INVESTIMENTI NEL MOBILE – Il 96% delle banche offre applicazioni per il mobile banking, che nel 2013 sono state scaricate oltre 7000 volte al giorno, e utilizzate dal 20% degli italiani attivo su Internet banking per fare operazioni. Secondo l’Abi a questo ritmo nel 2015 supererà il 50% il numero di correntisti operativi su mobile banking, un canale in evidente crescita esponenziale. Proprio per questo motivo, il 70% delle banche ha deciso di aumentare gli investimenti rivolti al mobile banking nel budget del prossimo anno, con addirittura il 30% restante interessato ad un “forte aumento” delle risorse stanziate per il canale.

FASCE DI ETA’ – Secondo lo studio di ABI Lab, gli italiani che scelgono il mobile banking sono piuttosto uomini (57% contro il 43% delle donne), tra i 45 e i 54 anni (28%). Nel 2013, l’interesse per questo canale è cresciuto soprattutto nelle fasce d’età più avanzata (+7% dai 55 ai 64 anni; +10% dai 45 ai 54). Per accedere al proprio conto corrente tramite mobile banking, gli italiani preferiscono la mattina (43% per i tablet; 36% per gli smartphone), il pomeriggio (rispettivamente, 29% e 36%) o la prima serata (29% e 24%).

CONNESSIONE IN CODA – Solitamente si collegano da casa e ufficio (79% tablet e 67% smartphone), ma pian pianino ci si collega sempre di più “in mobilità” (22% e 26%) e “in coda”, ad esempio nel traffico o mentre si aspetta in fila il proprio turno per fare qualcosa (17% e 23%). Il 50% degli italiani accede al mobile banking tutte le settimane, come testimonianza dell’interesse a riutilizzare il servizio grazie alla sua comodità, velocità e semplicità di utilizzo.

TABLET O SMARTPHONE? – Il 32% dei clienti preferisce lo smartphone al computer per consultare saldo e movimenti di conto corrente, o per cercare lo sportello automatico e la filiale più vicina. È preferito il tablet invece per fare bonifici e giroconti, complice sicuramente la maggior dimensione dello schermo. In alcune occasioni, infine, i clienti di mobile banking completano un’operazione iniziata su smartphone o tablet via computer (29%), in filiale (20%), allo sportello automatico (18%), attraverso un promotore finanziario o il call center della banca (3%).

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti