Apple, la iBank si fa sempre più vicina

A
A
A
di Redazione 1 Settembre 2014 | 08:30
Nella data della possibile presentazione dello smartwatch, la vera sorpresa potrebbe essere il nuovo servizio di pagamento della Mela

GLI ACCORDI – Mentre tutti aspettano con ansia la presentazione del nuovo iPhone e dello smartwatch, la vera sorpresa per il 9 settembre – data della conferenza della Apple– potrebbe essere l’iBank, il servizio di di pagamento cui Apple sta lavorando da mesi. Secondo quanto scrive Milano Finanza, la società guidata da Tim Cook starebbe definendo gli accordi con i principali circuiti di carte di credito per completare la piattaforma per i pagamenti elettronici di beni fisici negli esercizi commerciali. Visa, Mastercard e American Express, insieme a un chip Nfc per la comunicazione con i sistemi di lettura delle carte di credito di nuova generazione installati presso milioni di esercizi commerciali, consentirebbero infatti di gestire in modo veloce e sicuro ogni tipo di pagamento.

CARTA DI CREDITO – Gli indizi ci sono tutti. Apple può già contare anche su due asset fondamentali in questo campo, ovvero il sistema di riconoscimento delle impronte digitali del proprietario già presente sull’attuale iPhone, che permette così di evitare di dover inserire il codice pin a ogni acquisto superiore a 19 euro. E soprattutto oltre 800 milioni di utenti che hanno già registrato una carta di credito sul proprio account iTunes per acquistare beni digitali come film, brani musicali a app.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Gli Etf arricchiscono le big tech. Da sole capitalizzano quasi il 40% del Nasdaq

Disinvestire dalle big tech? Prematuro, nonostante le nuvole all’orizzonte

Dopo Tesla anche Apple è pronta a comprare Bitcoin?

NEWSLETTER
Iscriviti
X