Natixis Global AM: i pf non riescono a dominare l’emotività dei clienti

A
A
A
di Redazione 13 Ottobre 2014 | 13:09
L’industria della consulenza finanziaria sta crescendo e in Italia c’è fiducia per il futuro della professione, nonostante qualche ombra.

LA RICERCA – L’industria della consulenza finanziaria sta crescendo e in Italia c’è fiducia per il futuro della professione. Ma l’emotività degli investitori rischia di influenzare significativamente l’andamento dell’attività. È il quadro tracciato dalla ricerca sui financial advisors di Natixis Global Asset Management, condotta tra giugno e luglio 2014 su 1.800 promotori e consulenti finanziari tra Europa, Asia, America e Medio Oriente, dei quali 150 in Italia. Secondo lo studio infatti, sono ancora pochi i risparmiatori che riescono a identificare un collegamento tra comportamenti e successo negli investimenti, benché gli advisor ne siano altamente consapevoli. Questo scollamento, ha osservato Antonio Bottillo, a.d. di Natixis Global AM, “potrebbe essere risolto attraverso un diverso tipo di conversazione che conduca a una visione migliore degli obiettivi e dei risultati desiderati”. A questo proposito, i consulenti stanno già mettendo in atto tre strategie:

1. Strategie di investimento basate sugli obiettivi:
Il 69% dei consulenti finanziari italiani dichiara di incoraggiare i propri clienti nell’avere un obiettivo di rendimento indipendente dall’andamento generale dei mercati, mentre l’87% spinge i clienti ad individuare obiettivi personali per i loro investimenti.

2. Aiutare i clienti a definire più chiaramente gli obiettivi di lungo periodo e le aspettative sul livello di reddito necessario dopo il pensionamento:
La domanda maggiore che i clienti italiani pongono ai propri consulenti riguarda la propria pianificazione finanziaria in vista del pensionamento (47%) e l’accesso a prodotti che offrano un reddito (78%). Ma gli investitori sono realmente consapevoli di quanto necessitano dopo il pensionamento?

3. Verso strategie basate sul rischio: Nonostante uno scenario di mercato positivo registrato negli ultimi cinque anni, gli investitori rimangono ancora combattuti tra crescita e protezione del capitale, in particolare in Italia dove l’88% dei consulenti italiani (85% a livello globale) conferma che i clienti sono in bilico tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Fondi, da Natixis IM un’innovativa piattaforma digitale

Fondi, Natixis CIB nomina un nuovo responsabile

Mercati, Russia-Ucraina-Nato: tre scenari e i possibili effetti

NEWSLETTER
Iscriviti
X