Ubs, assolto l’ex numero tre Raoul Weil

A
A
A
di Redazione 4 Novembre 2014 | 13:55
Sono cadute le accuse di cospirazione a scopo di truffa e di complicità in delitti fiscali per l’ex top manager di Ubs, che torna a casa.

ASSOLTO L’EX NUMERO TRE DI UBS – L’ex numero tre di Ubs Raoul Weil è stato assolto lunedì 3 novembre in tarda serata negli Stati Uniti, al termine di un processo davanti alla corte federale di Fort Lauderdale, Florida. Lo riferisce l’edizione online del Corriere del Ticino. L’uomo, 54 anni, era accusato di cospirazione a scopo di truffa nei confronti degli Stati Uniti e di complicità in delitti fiscali. Solamente due giurati su 12 si sono pronunciati per la colpevolezza. A determinare l’esito del processo, l’assenza di prove dirette incriminanti nei confronti di Weil. Il verdetto è una pesante sconfitta per il procuratore, secondo cui l’ex responsabile di Ubs aveva giocato un ruolo attivo in una immensa frode che aveva permesso a 20.000 facoltosi clienti americani di sfuggire al fisco, nascondendo qualcosa come 20 miliardi di dollari. Questo il commento di Weil: “sono stati sei anni da incubo, non vedo l’ora di tornare a casa. Grazie a tutte le persone che mi sono state vicine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptoinvestitori, il fisco vi osserva

Fisco, tutte le novità del decreto per i consulenti

NEWSLETTER
Iscriviti
X