Chi è Nit Holdings, la società che ha offerto 10 miliardi a Mps

A
A
A
di Redazione 5 Novembre 2014 | 07:55
Lo scorso giugno la finanziaria aveva presentato una proposta di salvataggio per la Popolare di Spoleto, in seguito respinta dai commissari straordinari.

SPECIALIZZATA NELLE GESTIONI DI PORTAFOGLIO – Chi è Nit Holdings, la società di Hong Kong che sostiene di aver presentato un’offerta da dieci miliardi di euro per ristrutturare il capitale di Banca Mps (qui la notizia)? Secondo quanto risulta dal suo sito web, la società è stata fondata nel 2000 ed è specializzata nelle gestioni di portafoglio. È guidata dall’esperto di finanziamenti strutturali Perry N.Hammer, che ha conseguito un phd alla Cambridge University e ricopre il ruolo di presidente del cda. I clienti della società sono i principali Paesi in via di sviluppo, governi, fondazioni e aziende private. La sede centrale è a Hong Kong, ma la rete commerciale di affiliati copre una serie di Paesi che vanno dalla Repubblica Popolare Cinese agli Emirati Arabi Uniti, dalla regione africana con Ghana e Sierra Leone sino all’est europeo con Ucraina, dal Benelux agli Usa Paesi Bassi.

LE ATTIVITA’ – Sempre dal sito web della società si nota il coinvolgimento di Nit in un vasto spettro di attività, come il progetto infrastrutturale autostradale da sei miliardi di dollari da realizzare in Gana accanto a 1.500 chilometri di nuove ferrovie. Altri 750 milioni sono previsti per la costruzione e gestione di impianti di etanolo con l’utilizzo di prodotti da biomasse negli Usa. Il progetto prevede tre stabilimenti in Louisiana e due stabilimenti in Florida. È di trecento milioni invece l’investimento previsto per un progetto ecologico con l’utilizzo di pneumatici di scarto come materia prima per la realizzazione di nuovi pneumatici, assieme alla società americana Carbon Ventures LLC. Venti gli impianti previsti in tutto il mondo, tra cui sei stabilimenti in Usa, due in Germania, uno in Francia, tre in Europa orientale, uno ad Hong Kong e tre in Cina.

IN ITALIA – Il legale italiano di Nit è Luca Capecchi, mentre al duca Rodolfo Varano fanno capo le relazioni esterne e lo studio legale di Nit in Italia. Lo scorso giugno la finanziaria ha presentato una proposta di salvataggio per la Banca Popolare di Spoleto, in seguito respinta dai commissari straordinari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mps, private e corporate insieme in una nuova divisione

Mercati: il Ftse Mib carica la molla

Unicredit-Mps, la fiducia del mercato

NEWSLETTER
Iscriviti
X