Banche, Ing taglia 1.700 posti di lavoro

A
A
A
di Redazione 25 Novembre 2014 | 13:54
Il gruppo olandese investe nella digitalizzazione, che comporterà 1.700 tagli nei prossimi tre anni nei Paesi Bassi.

ING TAGLIA 1.700 POSTI DI LAVOROIng taglierà 1.700 posti di lavoro nel giro di tre anni nell’ambito della semplificazione e dell’automazione dell’attività nel mercato domestico. “Prevediamo una riduzione di 1.700 posti di lavoro nei Paesi Bassi”, ha fatto sapere il gruppo olandese, precisando che la misura toccherà in particolare il quartier generale ad Amsterdam, la divisione informatica e i centri telefonici. Ing, che conta circa 53mila addetti a livello globale di cui 16mila nei Paesi Bassi, prevede di investire circa 200 milioni di euro nei prossimi due anni per modernizzare i suoi sistemi IT. Questo upgrade, insieme ai tagli, dovrebbe permettere risparmi lordi annui per circa 270 milioni di euro a partire dal 2018.

RISTRUTTURAZIONE
– Il gruppo olandese ha annunciato la ristrutturazione poco dopo aver finito di restituire l’ultima tranche di aiuti di Stato e dopo aver portato a termine un drastico ridimensionamento come richiesto dalle autorità dell’Unione Europea. L’annuncio di Ing arriva dopo meno di due settimane dalla notizia che un altro colosso bancario olandese, Abn Amro, controllato dallo Stato, taglierà 1.000 posti di lavoro entro il 2018.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ING, lo smart working arriva in filiale

Ing, in Italia lo smart working è il futuro

Il risparmio ai tempi del coronavirus: i tre nuovi trend in Europa e in Italia

NEWSLETTER
Iscriviti
X