Pf Awards, ecco i nomi dei vincitori

A
A
A
Avatar di Diana Bin 3 Febbraio 2015 | 10:46
Tra i promotori finanziari, consulenti finanziari indipendenti e private banker destinatari dei premi ci sono professionisti di Banca Generali, Fineco, Fideuram e non solo….

LE CATEGORIE – Sono stati consegnati lo scorso 29 gennaio a Milano i Pf Awards 2015, i riconoscimenti assegnati ogni anno da ProfessioneFinanza nell’ambito dell’evento Pf Expo a promotori finanziari, consulenti finanziari indipendenti e private banker che si sono distinti per le proprie competenze in sette diverse aree tematiche (tutela del patrimonio, relazione con il cliente, previdenza, pianificazione successoria, consulenza all’impresa, consulenza alla famiglia, costruzione del portafoglio). Quest’anno sono stati 1.023 i partecipanti che si sono sfidati a colpi di test e quesiti per contendersi la vittoria: ecco dunque i nomi dei vincitori, che hanno conquistato il titolo di PFSpecialist nella categoria corrispondente.

I NOMI – Marco Miscischia, di Banca Generali a Roma, ha ottenuto la vittoria nella categoria “tutela del patrimonio”; la piacentina Monica Gardella, di Widiba, e il veneziano Matteo Stoppa, di Banca Popolare di Ravenna, si sono aggiudicati a pari merito il primo posto nella sezione “relazione con il cliente”; la “previdenza” ha visto l’affermazione di Carlo Felice Francesco Galbiati di Banca Sai, Monza; altro pari merito nella categoria “pianificazione successoria”, che ha premiato i padovani Francesco Maria Moronato, di Banca Fideuram, ed Enrico Ruvoletto, di Fineco; la nuova categoria “consulenza all’impresa” ha visto il successo del cagliaritano Giovanni Mocci di Banca Euromobiliare, mentre quella della “consulenza alla famiglia” è stata vinta dal piacentino Giuseppe Ghittoni di Fideuram; Simona Maria Teresa Gatti, di Banca Euromobiliare, Milano, ha conquistato infine il miglior posizionamento nella “costruzione del portafoglio”.

RETI DI PROVENIENZA – Tra i finalisti si è registrata una massiccia presenza dei promotori Widiba, seguiti, nell’ordine, da quelli di Fideuram, di San Paolo Invest e di Banca Generali. Non sono mancate numerose partecipazioni neanche da Fineco e da Banca Euromobiliare.

LA PARTNERSHIP CON TOP ADVISOR – Tutti i partecipanti dei PFAwards sono stati valutati sulla base di questionari inerenti sia aspetti teorici, che operativi, come casi concreti ed eventuali esperienze sul campo e tramite un vero e proprio colloquio orale di approfondimento con i docenti di PFAcademy. Inoltre quest’anno è nata una partnership con il concorso Top Advisor di Pictet Asset Management, una competizione tra gestori di portafoglio chiamati a mettere alla prova le proprie capacità attraverso la gestione di un portafoglio di investimento virtuale: i risultati conseguiti dai partecipanti di Top Advisor hanno contribuito a maturare crediti formativi per il superamento delle varie fasi previste per il conseguimento del titolo di PFSpecialist nella categoria “costruzione del portafoglio.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

I vincitori dei Pf Awards 2015: parla Alessandro Gambelli di San Paolo Invest

I vincitori dei Pf Awards 2015: parla Paolo Agnolin di Banca di Monastier e del Sile

Ecco i vincitori dei Pf Awards 2015: parla Simona Gatti di Euromobiliare

NEWSLETTER
Iscriviti
X