Promotori-azionisti, Felsa Cisl promuove la proposta di Giuliani

A
A
A
di Maria Paulucci 6 Febbraio 2015 | 14:04
Per Mauro Rufini, responsabile promotori finanziari Felsa Cisl, quello di Azimut è “un modello a cui guardiamo con grande attenzione e interesse”.

SODDISFAZIONE E STUPORE – Promossa. La Felsa Cisl ha accolto “con viva soddisfazione” la proposta lanciata da Pietro Giuliani, presidente e amministratore delegato di Azimut, alle altre reti sulle forme di partecipazione e di rappresentanza dei promotori finanziari. Lo comunica la stessa sigla sindacale in una nota. “Desta piuttosto stupore”, si legge ancora sul comunicato, “la tiepida accoglienza della platea di ConsulenTia 2015, che forse non ha colto appieno la validità e l’importanza di questa scelta strategica e imprenditoriale che sarebbe di fondamentale importanza per tutto il settore dell’intermediazione finanziaria”.

FORTE E STABILE – Secondo Felsa Cisl, “quello di Azimut, un gruppo quotato in Borsa, con forte vocazione internazionale, è un modello che crede nella propria indipendenza e sul coinvolgimento di promotori, gestori e dipendenti. I promotori finanziari, come azionisti di minoranza, sono presenti nel cda e partecipano alle scelte di impresa. Una caratteristica – a nostro avviso – molto positiva di questa rete”. Per Mauro Rufini, responsabile dei promotori finanziari Felsa Cisl, “si tratta di una logica partecipativa e un modello a cui guardiamo con grande attenzione e interesse, una scelta che se fosse attuata anche da altri renderebbe certamente più forte e stabile questa professione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Rufini (Felsa-Cisl): Troppe lentezze, gli indipendenti fanno paura al sistema

Vicenda Sanpaolo Invest, Rufini (Felsa Cisl): “Rivedere il contratto di agenzia”

Autonomi, la rabbia del sindacato: l’Albo dei consulenti è ancora al palo

NEWSLETTER
Iscriviti
X