Barclays chiude il 2014 in rosso, pesano gli accantonamenti

A
A
A
di Diana Bin 3 Marzo 2015 | 09:04
La seconda banca più grande del Regno Unito ha registrato una perdita netta di 174 milioni di sterline contro i 540 milioni di utile registrati l’anno precedente.

2014 IN ROSSO – Barclays chiude il 2014 in rosso. La banca britannica, la seconda nel Regno Unito per dimensioni, ha registrato una perdita netta di 174 milioni di sterline contro i 540 milioni di utile registrati l’anno precedente. A pesare sul risultato è stato un accantonamento straordinario per 1,25 miliardi di sterline nel secondo semestre per coprire un’indagine e un contenzioso in corso su investimenti nei mercati valutari.

DIVIDENDO E BONUS – L’utile adjusted prima delle tasse è salito del 12% a 5,5 miliardi di sterline, battendo le attese degli analisti che avevano indicato 5,3 miliardi.  Il ratio patrimoniale common equity tier1 si è portato al 10,3% (9,1% a fine 2013). L’istituto ha inoltre confermato il dividendo di 6,5 pence per azione e ha abbassato del 22% la liquidità a disposizione per i bonus portandola da 2,38 a 1,86 miliardi di sterline. I dipendenti dall’istituto hanno ricevuto un bonus medio di 14.100 sterline, il 17% in meno rispetto all’anno precedente.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti