Risparmio gestito: il 43,9% delle discussioni passa dai social network

A
A
A
di Daniel Settembre 27 Marzo 2015 | 12:08
Presentati oggi i risultati della ricerca Blogmeter al Salone del Risparmio che fotografa il settore sui social media.

L’ANALISI – Il 43,9% delle discussioni online sul risparmio gestito passa dai social network. È quanto emerge dalla ricerca che Blogmeter ha presentato oggi al Salone del Risparmio, con l’obiettivo di analizzare il coefficiente social del settore. Dall’analisi di quasi 18mila conversazioni sul tema del gestito monitorate da dicembre a febbraio sul social web italiano (social network, blog, forum, newsgroup, siti di content sharing e di Question&Answering) emerge infatti che Facebook e Twitter dominano la classifica, seguiti da siti di news con il 22,5% e forum con il 20%, mentre i blog conquistano solo il 5% delle discussioni.

IL GESTITO SUI SOCIAL –
Su un campione di 132 aziende del settore monitorate, solo il 15% ha ha un profilo Twitter, mentre il 13% ha una pagina Facebook. Diverse sono le aziende che hanno a disposizione più account per diversificare la comunicazione e raggiungere target differenti. Le istituzioni sono più presenti sui social: quasi la metà del campione dispone di un profilo Twitter (48%) e ben il 38% di loro ha una pagina Facebook.

GLI AUTORI
– Il 70% dei profili Twitter che interagiscono con gli account di aziende e istituzioni del risparmio gestito, sono uomini. L’analisi però cambia in base al profilo analizzato: per alcuni account Twitter la variabile di donne che interagisce può salire fino al 36,6%. In riferimento alla localizzazione geografica degli autori, la città da cui si twitta di più è Milano (34,1%), seguita con distacco da Roma (13%).

I TEMI – Con 1.900 messaggi su 18mila, le parole “Consulenza Finanziaria” risultano essere quelle maggiormente utilizzate nel web quando ci si riferisce all’industria del risparmio gestito. A seguire si trovano “Fondi Comuni” con 1.800 messaggi, “Fondi di Investimento” con 1.600, 1.500 con “Risparmio Gestito” e 1.200 con “Intermediari Finanziari”. Questo a dimostrare che i brand hanno un peso meno rilevante in termini di occorrenza delle citazioni. Un terzo dei messaggi rivolti al settore del risparmio gestito (6.000 messaggi), infatti, cita anche le aziende del settore, mentre le istituzioni compaiono nel 10% delle discussioni.

LA CRESCITA FUTURA – Il passaparola online dedicato al risparmio gestito, evidenzia la ricerca, svela un forte interesse per il tema, correlato da numerose conversazioni dedicate a istituzioni e aziende del settore. D’altra parte, il numero di società del ‘gestito’ che hanno già attivato una propria presenza ufficiale in lingua italiana su Facebook e Twitter ha ancora un grande potenziale di crescita.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Criptovalute: Diem, la nuova moneta di Facebook, pronta al lancio negli Usa

Gli Etf arricchiscono le big tech. Da sole capitalizzano quasi il 40% del Nasdaq

Consulenti, come Zuckerberg può darvi una mano

NEWSLETTER
Iscriviti
X