La banca che cambia: istituti italiani a confronto

A
A
A
di Redazione 3 Aprile 2015 | 14:12
Victor Massiah, consigliere delegato di Ubi Banca, ha preso parte con altri all’evento dal titolo “Il modello di banca per la crescita”, organizzato dalla società Cedacri.

LA BANCA OGGI – “In questi ultimi anni sono cambiate le regole del gioco, l’atteggiamento del cliente, il contesto economico e la tecnologia. La banca retail deve comprendere per tempo le conseguenze imposte dalla normativa, sperimentare l’innovazione tecnologica, accettando la possibilità di commettere errori, e soprattutto trovare la giusta miscela tra la cultura bancaria tradizionale e quella delle nuove tecnologie, ricordando comunque che il fattore umano resta ancora l’elemento cruciale”. Così si è espresso Victor Massiah, consigliere delegato di Ubi Banca, che giovedì 2 aprile ha preso parte all’evento dal titolo “Il modello di banca per la crescita”, organizzato da Cedacri, società specializzata in Italia nello sviluppo di soluzioni in outsourcing rivolte al settore bancario e delle istituzioni finanziarie.

ACCOGLIERE IL CLIENTE
– La società ha incontrato a Cernobbio le sue banche clienti e potenziali clienti per l’evento nel quale si è discusso su come il modello di banca digitale possa aiutare le banche italiane a crescere e a migliorare la redditività. La giornata ha registrato il contributo di Massiah sulle prospettive di sviluppo delle banche retail in Italia e di Hughes Brasseur, direttore generale vicario di Cariparma, su come concretamente accrescere l’efficienza della filiale e fidelizzare così il cliente. Brasseur ha sottolineato che “la vera innovazione è saper rispondere rapidamente e in maniera efficace ai bisogni del cliente. Abbiamo ripensato alla nostra filiale come luoghi di conquista dove accogliere il cliente. Un’agorà dove incontrarsi, effettuare qualunque operazione e avere consulenze dinamiche. Il disegno della nuova filiale lo abbiamo condiviso con i nostri clienti per aprirci al futuro e gestire anche l’oggi”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Cariparma, Consob approva i supplementi per le Opa

Crc, Carim e Carismi, ok alla fusione in CA Cariparma

Illa: sbarco in borsa sottotono, ma è comunque storia a lieto fine

NEWSLETTER
Iscriviti
X