Frigiolini lascia Unicasim per fare una merchant bank

A
A
A
di Marco Muffato 24 Aprile 2015 | 13:33
Il presidente e a.d. lascia il timone per sviluppare in proprio il progetto di una merchant bank con accesso online, bassi costi e impatti burocratici.

RINUNCIA AL TERZO MANDATOLeonardo Frigiolini (nella foto) chiude l’esperienza in Unicasim e punta a creare una merchant bank. Secondo quanto risulta a BLUERATING il manager, già presidente e a.d. della sim genovese per due mandati consecutivi, non si ricandiderà per il prossimo mandato coincidente con l’approvazione del bilancio 2014, prevista lunedì 27 aprile. Frigiolini, che comunque resterà indirettamente azionista di Unicasim (mediante la holding) in misura di circa il 50% attraverso patti parasociali, ha intenzione di costituire entro il 2015 una merchant bank che possa diventare un hub per le imprese in particolare ma anche per i privati, con accesso prevalentemente online, a basso costo e zero burocrazia.
   
LA STORIA – Frigiolini è stato fondatore di C&A Consulenti Associati Spa, la holding che ha acquisito nel 2009 la Sivori & Partners sim che ha poi cambiato denominazione in Unicasim nella primavera del 2009. Il manager é presidente e ad della sim genovese dalla stessa data. La sim attualmente opera su cinque linee di business: negoziazione sui mercati internazionali, negoziazione conto terzi, collocamento e consulenza attraverso la rete di pf, la divisione imprese e capital market, il portale di crowfunding. La società attualmente dispone di 400 milioni di masse in gestione e di una rete composta da 70 promotori finanziari.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Frigiolini (Frigiolini & Partners Merchant): “Minibond resilienti alla crisi”

Frigiolini (Frigiolini & Partners Merchant): “Ecco perchè i Minibond hanno sempre più successo”

Banca Aletti è uscita da Unicasim

NEWSLETTER
Iscriviti
X