Raiffeisen CM: i promotori sono amici dei social, ma il primo non è Facebook

A
A
A
di Diana Bin 12 Maggio 2015 | 12:59
Ecco cosa è emerso da un’indagine condotta sugli 800 promotori finanziari, private banker e operatori bancari di tutta Italia che lo scorso marzo hanno partecipato all’annuale roadshow di Raiffeisen Capital Management.

LINKEDIN E FACEBOOK AL TOPPromotori finanziari e private banker si informano sui social network: primo su tutti Linkedin, con il 48% delle preferenze, seguito da Facebook (25%), Google+ (13%), Youtube (10%) e Twitter (5%). E’ quanto emerge da un’indagine condotta sugli 800 promotori finanziari, private banker e operatori bancari di tutta Italia che lo scorso marzo hanno partecipato all’annuale roadshow di Raiffeisen Capital Management, secondo cui i social network offrono la possibilità di accedere a notizie e report sempre aggiornati, con una flessibilità e rapidità di consultazione maggiori rispetto a quotidiani e magazine cartacei, oltre a permettere di confrontarsi in tempo reale con altri professionisti del settore.

WEB VS CARTACEO – Non solo. Dallo studio è risultato anche che gli intervistati preferiscono reperire notizie e informazioni su fondi e case di gestione attraverso il web: il 40% tramite pc, il 30% tramite tablet e il 14% tramite smartphone contro il 17% di quotidiani e riviste cartacee

POSIZIONAMENTO DI PORTAFOGLIO
– Per finire, in un’ottica di posizionamento e uso delle diverse asset class nei portafogli dei clienti, ai partecipanti al roadshow è stato chiesto che tipo di fondi intendono utilizzare nei portafogli dei propri clienti nei prossimi mesi. La maggioranza delle preferenze è andata ai fondi bilanciati e flessibili (46%), seguiti dai fondi azionari con focus sull’Europa (35%), e dagli azionari globali (25%). A seguire i fondi obbligazionari flessibili, con il 21% delle preferenze, e i fondi azionari Paesi Emergenti (16%).

IL COMMENTO – “L’indagine è stata l’occasione per fare il punto sullo scenario attuale e per comprendere più a fondo quali siano l’approccio verso le diverse asset class e le esigenze informative dei promotori finanziari e private banker a cui ci rivolgiamo”, ha commentato Donato Giannico, country head per l’Italia di Raiffeisen Capital Management.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo
NEWSLETTER
Iscriviti
X