Bim, la cordata di D’Aguì ritira l’istanza e prepara una nuova proposta

A
A
A
Avatar di Diana Bin 22 Giugno 2015 | 09:44
Dopo lo stop della Bce, il manager a capo della cordata di investitori interessata al controllo della società messa in vendita da Veneto Banca ha fatto sapere che…

LA DECISIONE – Pietro D’Aguì si fa momentaneamente da parte su Banca Intermobiliare. Dopo lo stop della Bce (qui la notizia), il manager a capo della cordata di investitori interessata al controllo della società messa in vendita da Veneto Banca ha fatto sapere che “ritirerà l’iter autorizzativo presso l’autorità europea, rinunciando alla decisione finale dell’Eurotower”. Ma ha precisato che intende formulare una nuova proposta per l’acquisizione di una partecipazione di controllo in Bim “tenendo conto delle indicazioni e dei rilievi espressi dalla Bce”.

CHI COMPONE LA CORDATA – La cordata è formata da Gestinter, MA.VA, Duet BIM, MI.MO.SE., Romed, Piovesana Holding, Pietro S.p.A., Luca Cordero di Montezemolo, Dad&Son, Pietro Boffa, Gianfranca Cullati, Serfin Servizi Finanziari , Alessandro Federici, Valentina Nasi, Artex, Fabio e Marta Viani, Mario Piantelli, Castello, Turati Investments e Italvalv.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Bim, Profilo, Consulia e Banor: si infiamma il risiko nel private banking

Ftse Mib nuovamente di fronte a un importante bivio

Bim, crolla il margine d’intermediazione

NEWSLETTER
Iscriviti
X