Speciale elezioni Anasf – Forti: Enasarco non basta

A
A
A
Marco Muffato di Marco Muffato 29 Giugno 2015 | 10:32
Per Alberto Forti la priorità per l’associazione di categoria dei pf sarà dare una soluzione al problema della pensione integrativa dei promotori finanziari.

PARLA ALBERTO FORTI – E’ un altro veterano della professione tra i dirigenti Anasf, avendo iniziato l’attività dal marzo 1980. Parliamo di Alberto Forti (nella foto) che è promotore di Banca Generali, divisione private banking. Iscritto all’Anasf dal 1982, già delegato al Congresso di Sorrento del 1998, a quello di Montecatini del 2002 e a quello di Taormina del 2006, è stato in Comitato esecutivo dal 2007 al 2009. E’ al suo secondo mandato in Consiglio Nazionale. Componente regionale Lazio dal 1998, è certificato Efa dal 2003. Ecco il pensiero di Forti sui destini della associazione di categoria.

Dal 1977, anno della sua fondazione a oggi, l’Anasf è una realtà che è cresciuta costantemente. Cosa rappresenta oggi per i promotori finanziari?
Anasf è quasi l’unica associazione che rappresenta i pf. La sua crescita è stata importante ma negli ultimi anni il numero di soci si è fermato nonostante gli iscritti all’Albo siano aumentati. Questo vuol dire che l’associazione non è stata capace di attrarre nuove leve perché non è sufficientemente vicina alle esigenze reali dei pf e troppo autoreferenziale.

Quali compiti e mission affiderebbe all’Anasf del futuro?
La missione dell’Anasf è di tutelare i pf. L’Associazione, immaginando il futuro del nostro mestiere deve andare all’attacco ed essere fortemente propositiva: il nostro cliente vuole da noi consulenza sempre più a 360 gradi, che includa tutte le esigenze patrimoniali, personali e familiari.
Vuole anche che siamo noi a mettere in pratica le soluzioni; il nostro ruolo di consulente e promotore è il più completo che ci sia sul mercato, non solo italiano, ma europeo. Anasf deve far conoscere e capire alle istituzioni e al mercato in modo molto più incisivo la specificità e unicità del nostro ruolo. L’altro obiettivo dell’Associazione è fornire servizi ai soci. La creazione di un Ufficio Studi Anasf può dare strumenti e informazioni ai pf in maniera approfondita e indipendente dalle mandanti e società prodotto e produrre un lavoro con il marchio dell’associazione che ne rafforzi ulteriormente la visibilità.

 Tra contratto nazionale di categoria dei promotori finanziari, realizzazione dell’Albo unico dei consulenti finanziari e soluzione al problema Enasarco dei pf, quale preferirebbe realizzare e perché?
Una previdenza efficace interessa tutti noi come del resto lo consigliamo ai nostri clienti. E’ assolutamente indispensabile gestire Enasarco e i contributi che molti di noi hanno versato per decenni. Siccome la pensione Enasarco non sarà comunque sufficiente, è necessario che il gap venga colmato con accordi che i promotori stabiliscano con le singole società mandanti.

A suo giudizio quale risultato concreto può raggiungere il prossimo decimo Congresso Anasf di Perugia?
Il Congresso di Perugia deve sancire che Anasf è un’Associazione e non un centro di potere. L’augurio è che la gestione futura sia veramente unitaria, dando spazio al contributo di tutte le realtà che compongono Anasf, anche minoritarie. Del resto il nostro mestiere è molto variegato, ricco di differenze. Questa è una risorsa che deve essere valorizzata.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Ristori, l’appello di consulenti e agenti a Fontana

Anasf, ConsulenTia diventa digitale

Decreto Ristori bis, apertura del Governo a consulenti e agenti

Consulenti e agenti, il nuovo dpcm affossa anche voi

Seminari Anasf: il live streaming in esclusiva per i soci

Enasarco al bivio, Fare Presto! e Anasf aprono alle alleanze

Finanziamenti ai cf, prima vittoria dell’Anasf in Parlamento

Anasf ancora protagonista alla World Investor Week

Anasf-JP Morgan, borsa di studio per i neo consulenti

I robo-advisor? Senza l’uomo non c’è consulenza

Consulenti, cercasi finanziamenti post-pandemia

Consulenti, chi potrà pagare le tasse in ritardo

Anticipo Firr, Enasarco ancora nel mirino di Anasf

Consulenti, lo scoglio dei finanziamenti

Anasf, le prime parole del nuovo presidente Luigi Conte

Anasf, inizia l’era di Luigi Conte

XI Congresso Anasf, Bufi: “E’ ora di eliminare il termine fuori sede”

Anasf, due nuovi webinar per i consulenti

Anasf, il nuovo presidente si vota online

Consulenti: Gabanelli esalta i fee only, ma Anasf non ci sta

Anasf, nuova infornata di corsi online per gli associati

Webinar Anasf, ecco tutti gli appuntamenti sul web

Maurizio Bufi e quel telefono che suona sempre

Elezioni Enasarco rinviate, l’ira di Anasf

Coronavirus, la ricetta del consulente

Coronavirus, anche Anasf bussa alla porta di Conte

Coronavirus, Bufi (Anasf): “La Borsa non va chiusa”

Coronavirus, Anasf rinvia il Congresso Nazionale

Auto, i consulenti vogliono lo sconto (fiscale)

Elezioni Anasf, tutti i risultati ufficiali

Anasf, Conte vola verso la presidenza

Elezioni Anasf, affluenza in crescita

ConsulenTia 2020, Anasf si gode un’edizione da record

NEWSLETTER
Iscriviti
X