Banca Generali, Mossa chiama Ragaini per creare una nuova divisione di wealth management

A
A
A
Gianluca Baldini di Gianluca Baldini 2 Luglio 2015 | 10:30
L’a.d. della banca private di Carige lascia dopo 13 anni. Secondo quanto risulta a BLUERATING, l’operazione è il primo passo verso la creazione di una nuova direzione del wealth management.

RAGAINI PRIVATE RELATIONSHIP MANAGER – Colpo di scena nel mondo del private banking italiano, dove uno dei nomi più noti nel settore, quello di Andrea Ragaini (nella foto), lascia la guida di Banca Cesare Ponti per approdare in Banca Generali. Il manager prende posto nella banca del Leone in questi giorni con la responsabilità della divisone Private Relationship Manager, che governa gli oltre 50 private banker dipendenti della banca con oltre 4 miliardi di masse in gestione, e con un ulteriore responsabilità in una importante nuova direzione.

VIA A UNA NUOVA DIVISIONE DI WEALTH MANAGEMENT – I dettagli non sono ancora svelati ma sembra che il condirettore generale Gian Maria Mossa abbia gettato le basi per una nuova direzione di Wealth Management dedicata ai servizi per la clientela top a supporto dei consulenti e dei private banker di tutta la banca. Una divisione capace di concentrare i servizi a valore aggiunto della banca a partire dal servizio di Advisory, che rappresenta uno degli asset più distintivi nel settore. Per Cesare Ponti, alle prese col dietro-front della controllante Carige alla vendita dopo il ritiro delle offerte e il cambio nella compagine azionaria della banca genovese che vuole ridisegnarne il perimetro, si tratta di una svolta radicale.

IN CESARE PONTI DA OLTRE 20 ANNIRagaini era entrato oltre 20 anni fa nella realtà ligure divenendone dal 2002 amministratore delegato con la gestione dei circa 40 private banker cui facevano riferimento 2,5 miliardi di masse (dati a fine 2014). All’incarico in Cesare Ponti per gli ultimi sei anni si è anche affiancato il ruolo di responsabile della divisione private di Carige, che ha in pancia 7 miliardi di asset e un centinaio di private banker. Vice presidente di Aipb nominato dall’ultima gestione, Ragaini rappresenta uno degli esponenti istituzionali del mondo private in Italia.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Il private banking per l’economia reale

Fondi alternativi per l’economia reale

Cinque nuovi ingressi in Aipb

Per le fiduciarie è l’ora del consolidamento

Il Private banking al fianco delle imprese

I portafogli dei ricchi scelgono le polizze

I paperoni scelgono la protezione

Invertire la piramide

Cresce la raccolta del private banking italiano

Torna il Forum del Private Banking

Mifid 2, serve sempre più ricerca

Aipb, salgono a 119 i soci

Finanza e imprese, Aipb chiede interventi al governo

Polizze vita, AIPB: “Nessuna rivoluzione”

Dal tradizionalista al distaccato: che cliente private sei?

Innocenzi (Aipb): “Il private banking, un settore in crescita”

Il private banking punta sugli alternativi

Aipb, Maria Antonella Massari è il nuovo segretario generale

Forum Aipb: il ruolo dei consulenti per sostenere la ripresa

Innocenzi è il nuovo numero uno di Aipb

Aipb, le sfide future del private banking

Aipb: cambiare in scia ai nuovi orientamenti sulla retribuzione

Mps, al via la rivoluzione del private

L’Album della Finanza 2014: Bruno Zanaboni

Il private banker: dal sondaggio al Forum annuale Aipb

Zanaboni (Aipb): Bisogna ascoltare il private banker, non solo il cliente

Private banking, anche i clienti “upper” riscoprono il gestito

Con Banca Cesare Ponti il private banking diventa totalmente 2.0

Aipb ci spiega il private insurance

Il private banking va oltre la crisi

Taddei sale sulla nave Ersel

Aipb – Ecco la mappa della ricchezza italiana

A prova di private banker

Ti può anche interessare

Anasf vs Gabanelli, per Federpromm è una polemica sterile

In merito alla recente rilevazione di  Milena Gabanelli  (blob:https://video.corriere.it/7f5e0e87- ...

Coronavirus, Anasf rinvia il Congresso Nazionale

Come riporta il portale Anasf, per adeguamento alle raccomandazioni della autorità sanitarie per il ...

Credem, crescita in vista nel credito al consumo con Avvera

Obiettivo: generare 1,5 miliardi di euro di finanziamenti dal 2022, tra mutui e prestiti al consumo ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X