Citigroup, il calo dei costi mette le ali all’utile del trimestre

A
A
A
Avatar di Diana Bin 16 Luglio 2015 | 14:52
Il secondo trimestre si chiude con un profitto di 4,84 miliardi di dollari, grazie al calo delle spese legali, al piano di riduzione dei costi e alla buona performance della divisione di consumer banking in Nord America.

UTILE IN CRESCITA – Utile in volata per Citigroup, che ha chiuso il secondo trimestre del 2015 con un profitto di 4,84 miliardi di dollari (1,51 dollari per azione), grazie a una decisa riduzione delle spese legali, al piano di riduzione dei costi e alla buona performance della divisione di consumer banking in Nord America. Nello stesso periodo dello scorso anno il risultato netto si era attestato a 181 milioni di dollari, 3 centesimi per azione, per effetto del patteggiamento con il dipartimento di Giustizia su possibili violazioni sui mutui prima della crisi finanziaria. Escludendo le voci straordinarie, l’utile è stato pari nel secondo trimestre del 2015 a 1,45 dollari per azione, meglio degli 1,34 dollari attesi dagli analisti. Piatto il fatturato a 19,47 miliardi di dollari, contro i 19,425 miliardi dell’anno scorso. Su base adjusted il giro d’affari è calato dell’1,5% a 19,16 miliardi, comunque meglio dei 19,11 miliardi attesi dagli analisti.

SPESE LEGALI – Le spese sono calate del 30% a 10,93 miliardi di dollari dai 15,52 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. I costi legali e di riposizionamento, escludendo il patteggiamento da 3,8 miliardi dell’anno scorso, sono calate del 47% a 421 milioni di dollari, dagli 800 milioni del secondo trimestre 2014. Da segnalare che i ricavi legati alle attività di trading è calato meno dell’1% a 3,72 miliardi di dollari, dai 3,74 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso. James Forese, a capo della divisione di investment banking della società, aveva preannunciato risultati sostanzialmente invariati per il trading. I profitti di Citi Holdings, la “bad bank” in cui conflusicono gli asset in peggiori condizioni e che Citigroup intende vendere, sono balzati a 163 milioni di dollari, da un rosso da 3,49 miliardi di dollari dello stesso periodo dell’anno scorso. Citigroup prevede che Citi Holdings chiuda almeno in pareggio il 2015.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

State Street, nuovo capo per il business internazionale

Citi concilia con la Sec

Private banking, negli Usa Hsbc ingaggia ex top manager di Citigroup

Citi, Ubs, JpMorgan e Credit Suisse. Ecco il poker di banche più esposte in Arabia

Citigroup, grattacapi in Arabia dopo la retata dei miliardari

Citigroup promuove i Pir, plaude a Banca Mediolanum

Citigroup potrebbe assumere 150 dipendenti in Europa a causa della Brexit

Beni Stabili si mette in luce a Piazza Affari, anche grazie a Citigroup

A Citi Private Bank piacciono gli emergenti

Citigroup: Apple in ritardo sui pagamenti digitali

Citigroup prende Borisoff da Ubs

Petrolio: Citigroup ritiene necessario proroga tagli Opec per riequilibrio mercato

Brexit, 25 banche internazionali pronte a traslocare in Germania

Citigroup: da Trump e dai tassi Usa sostegno alle quotazioni dell’oro

Citigroup: difficili nuovi record a Wall Street

Per Citigroup bitcoin non è una minaccia per le banche

Scandalo Libor, maxi multa per Citigroup

La scure del fintech si abbatterà su 2 milioni di bancari

Citigroup taglia i target price delle banche italiane

Anche Unicredit perde quota a Piazza Affari

Generali sale in borsa nonostante Citigroup

Moncler piace a Citigroup

Citigroup e Morgan Stanley in coda al Blueindex

Citigroup taglia il rating di Ubi Banca e UniCredit

Citigroup limita i danni, Mps perde di nuovo terreno

Citigroup patteggia con la Sec per 180 milioni di dollari

Citigroup corre sul Blueindex, CS Group frena

La trimestrale fa volare Citigroup

Giornata no per il Blueindex, ma si salva Citigroup

Citigroup può salire del 10% in Borsa

Raiffeisen torna a correre, il calo di Citigroup attira investitori

Jp Morgan Chase e Citigroup in moderato calo

Citigroup si mette in luce su un Blueindex in calo

Ti può anche interessare

Fondi, a marzo il Covid-19 picchia duro. Poste guida la resistenza

Dopo i deflussi tutto sommato contenuti di febbraio che comunque facevano presagire una tendenza in ...

Consulenti, che forza la squadra di Marconi

La squadra di CheBanca! prima a novembre 2019 per flussi netti pro capite con una media di 376mila e ...

Banca Consulia, i soci americani in ascesa

Magnetar Capital vuole aumentare la sua partecipazione, oggi al 10% ...

NEWSLETTER
Iscriviti
X