Credit Suisse nel semestre vince la battaglia con gli analisti

A
A
A

Il gruppo ha chiuso il secondo trimestre del 2015 con un utile netto di 1,1 miliardi di franchi contro la perdita da 700 milioni di un anno fa.

Avatar di Diana Bin23 luglio 2015 | 08:39

1,1 MILIARDI DI FRANCHI – Credit Suisse ha chiuso il secondo trimestre del 2015 con un utile netto di 1,1 miliardi di franchi svizzeri contro stime per 783 milioni. Il risultato è stabile rispetto al trimestre precedente e in crescita del 17% rispetto a un anno fa su base comparabile, ossia escludendo l’onere per l’accordo Usa nel secondo trimestre di un anno fa, che aveva mandato il risultato in rosso per 700 milioni. A sostenere il buon andamento del periodo, evidenzia la banca, ha contribuito in particolare la regione Asia Pacific per entrambe le divisioni, private banking e wealth management. Il fatturato netto è salito dell’8% a 6,94 miliardi di franchi mentre, sul fronte patrimoniale, il CET1, è salito al 10,3% a fine trimestre dal 10,1% di fine 2014.

NUOVA STRATEGIA – I numeri diffusi oggi si riferiscono ai tre mesi precedenti l’arrivo dell’ex numero uno di Prudential, Tidjane Thiam, che ha preso le redini della banca tre settimane fa: ora tutti gli occhi sono puntati sulla sua nuova strategia. “Prima della fine dell’anno presenteremo una strategia e un business model che ci consentirà di raggiungere una crescita profittevole e sostenibile”, ha detto Thiam. L’obiettivo “sarà una performance meno volatile e in grado di far fronte anche alle condizioni di mercato più impegnative grazie alla selezione del portafoglio di attività. La nuova strategia dovrà tenere conto di determinati punti critici resi evidenti dai risultati del secondo trimestre. Inoltre, l’ottimizzazione del portafoglio dovrà alleviare il fabbisogno di capitale e generare eccedenza di capitale nonché massimizzare il valore a vantaggio degli azionisti sull’arco del ciclo economico”, ha spiegato ancora il manager.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mutui subprime, conto salato per Credit Suisse e Deutsche Bank

Classifiche Bluerating: Credit Suisse in testa tra i fondi azionari Usa (euro hedged)

Di Crocco (Credit Suisse AM): “Come cambieranno le nostre strategie”

Credit Suisse lancia bond in dollari australiani

Credit Suisse torna all’utile

Credit Suisse, azione in caduta anche con la cura del ceo Thiam

Sanguinetto (Credit Suisse) a ConsulenTia 2016: “stiamo puntando al retail”

Credit Suisse quota i primi bond a dieci anni in dollari

Mal di bond? La medicina si chiama absolute return

Credit Suisse ingaggia l’ex Unicredit Mario Bombacigno

Private banking, nuovo ingresso per Credit Suisse Italy

Fondi, Credit Suisse recluta un gestore da Eurizon

Banche, Credit Suisse ha un nuovo ceo per il Messico

Credit Suisse preme l’acceleratore sulla divisione Uhnwi

Classifiche BLUERATING: Credit Suisse e Fidelity al top con i bond Asia Pacifico

Pioneer Investments, nuovo responsabile della ricerca azionaria Usa

Mps, Intesa, UniCredit e Ubi: i conti delle banche nelle stime degli analisti

Classifiche BLUERATING, Fidelity e Credit Suisse al top con i bond Asia Pacifico

Classifiche, Fondi monetari euro: brillano Credit Suisse e Carmignac

Classifiche BLUERATING, Credit Suisse brilla con i bond convertibili globali

Classifiche BLUERATING, BlackRock e Credit Suisse al top con gli obbligazionari Asia-Pacifico

Classifiche BLUERATING, Pictet e Credit Suisse brillano con gli absolute return multi strategy

Credit Suisse, lascia il ceo Dougan

Credit Suisse, promozioni a raffica nell’investment banking

Private banking, Credit Suisse Italy si assicura un ex Credem

Credit Suisse, Stefano Vecchi al timone del private banking in Italia

Classifiche BLUERATING: Fidelity e Credit Suisse tra i migliori con i bond Asia-Pacifico

Classifiche BLUERATING, Credit Suisse e Schroders tra i migliori gestori di bond convertibili

Fondi, Credit Suisse AM porta in Italia l’Absolute Return Bond

Classifiche BLUERATING, tra i bond Asia Pacifico bene Acpi, Credit Suisse e Ing

Classifiche BLUERATING, Schroders e Credit Suisse hanno i bond convertibili globali che piacciono di più

Credit Suisse porta in Italia due nuovi fondi multi-asset

Classifiche BLUERATING, tra i bond convertibili globali brillano Morgan Stanley e Credit Suisse

Ti può anche interessare

Consulenti, i robot sono già qui

Il nuovo quaderno di Consob è incentrato sulla digitalizzazione della consulenza ...

Società abusive, ecco le nuove segnalazioni dall’estero

Si tratta di società che stanno offrendo servizi di investimento, finanziari e assicurativi senza l ...

L’inutilità delle fusioni bancarie

Per Lando Maria Sileoni, segretario generale di Fabi, non c'è più bisogno di aggregazioni. Il sist ...