Fisco, ecco le istruzioni per lo scambio di informazioni Italia-Usa

A
A
A
Avatar di Diana Bin 27 Luglio 2015 | 12:45
L’Agenzia delle Entrate ha messo a punto le istruzioni per gli operatori chiamati a trasmettere le informazioni previste dall’accordo Fatca sullo scambio automatico di informazioni fiscali tra Italia e Usa.

ISTRUZIONI – L’Agenzia delle Entrate ha messo a punto le istruzioni per gli operatori chiamati a trasmettere le informazioni previste dall’accordo Fatca sullo scambio automatico di informazioni fiscali tra Italia e Usa. Le linee guida, approvate dal Garante per la protezione dei dati personali lo scorso 23 luglio, saranno successivamente formalizzate in un provvedimento del direttore dell’Agenzia, da emanare dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto ministeriale attuativo. 

FATCA
– L’accordo Fatca, ratificato con la legge n. 95/2015 e operativo a partire dal 1° luglio 2014 (qui la notizia), è volto a contrastare l’evasione fiscale internazionale realizzata da cittadini e residenti statunitensi attraverso conti intrattenuti presso istituzioni finanziarie italiane e da residenti italiani mediante conti presso istituzioni finanziarie statunitensi.

DESTINATARI
– I destinatari della nuova misura, ricorda l’Agenzia delle Entrate, sono le istituzioni finanziarie italiane (Reporting Italian Financial Institution,  Rifi), fatte salve le eccezioni previste  dal decreto. Le istruzioni delle Entrate chiariscono che, ai fini della comunicazione, le  Rifi possono, ad alcune condizioni, avvalersi di entità sponsor e di fornitori terzi di servizi. 

OGGETTO DELLA COMUNICAZIONE – Nel dettaglio, dovranno essere trasmessi il codice fiscale della Reporting italian financial institution e quello dell’entità sponsor, se presente, oltre ai dati di cui all’articolo 5 del decreto ministeriale e al codice fiscale italiano, se disponibile, di ciascun soggetto interessato dalla comunicazione. L’Agenzia chiarisce inoltre che, in assenza di conti statunitensi oggetto di comunicazione e di pagamenti corrisposti a un’istituzione finanziaria non partecipante titolare di un conto finanziario, in relazione all’anno di riferimento, la Rifi non è tenuta a effettuare alcuna comunicazione. 

TERMINI PER LA COMUNICAZIONE
  – Il termine per la comunicazione è fissato al 31 agosto 2015: entro quella data, gli operatori finanziari interessati dall’accordo Fatca dovranno inviare le  informazioni sui conti finanziari statunitensi concernenti l’anno 2014. Sarà compito dell’Agenzia delle Entrate trasmetterle successivamente all’IRS (Internal Revenue Service), autorità competente Usa, nel rispetto degli impegni internazionali. Per le informazioni relative agli anni seguenti, il termine per la trasmissione all’Agenzia sarà il 30 aprile dell’anno successivo a quello di riferimento.

MODALITÀ DI COMUNICAZIONE
– I documenti pubblicati dall’Agenzia contengono anche le istruzioni per inviare i dati per via telematica.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Casa, rischio stangata nei prossimi anni

Consulenti, stangata Iva

Arriva la mini voluntary. Ecco quanto costa e a chi si rivolge

Consulenti, istruzioni per l’uso sullo spesometro

Caos Spesometro, il termine slitta al 5 ottobre

Contribuenti, occhio all’Iva

Fatture, termine prorogato al 28 settembre

Evasione, quattro “Paradisi” nel mirino

“Voluntary 2” a rischio di flop

Sanatoria per le liti pendenti

Voluntary 2, domani si parte

Voluntary bis, ecco il format della relazione di accompagnamento

Anima fa pace col fisco e paga 8,9 milioni

Voluntary, accertamenti col turbo

Evasione, blitz delle Entrate in Lussemburgo

Agenzia delle Entrate e Inps insieme contro le frodi

Gestori, occhio alle scadenze fiscali di lunedì 18 maggio

Promotori, ricordatevi di dare il vostro indirizzo Pec all’Agenzia delle Entrate

Spesometro, c’è tempo fino al 22 per le comunicazioni sul 2013 (se hai partita Iva)

Agenzia delle Entrate, al via i correttivi anticrisi agli studi di settore

Rapporti finanziari: cambiano i tempi per la comunicazione integrativa

Agenzia delle Entrate, 9,1 miliardi dalla lotta all’evasione

Scudo, il Fisco indaga su 2000 evasori

Scudo Fiscale: proroga al 31 dicembre 2010

Fondi immobiliari, plusvalenze più costose

Il chiarimento dovuto DA ADVISOR

NEWSLETTER
Iscriviti
X