Lloyds tornerà privata entro l’anno

A
A
A
di Redazione 25 Agosto 2015 | 09:20
Lo ha affermato George Osborne, il cancelliere dello Scacchiere britannico.

PRIVATIZZAZIONE – Secondo quanto ha affermato George Osborne, il cancelliere dello Scacchiere britannico, Lloyds Bank sarà privatizzata entro l’anno. Il governo ha, inoltre, annunciato che il Tesoro ha ridotto ulteriormente la sua quota della banca salvata durante la crisi finanziaria al di sotto del 13% e punta a vendere il resto delle azioni nei prossimi mesi. Londra aveva speso 20,5 miliardi di sterline per impedire il crollo di Lloyds nel 2008. Il Tesoro ha iniziato a vendere azioni della banca nel settembre 2013, gradualmente riducendo la quota pubblica dal 43% all’attuale 12,97%. La vendita di un ulteriore 1% di azioni ha fruttato ieri circa 550 milioni di sterline.

QUOTA RBS –
“Il totale incassato ora è di 14,5 miliardi di sterline. Sono fermamente deciso a continuare a riportare Lloyds al settore privato e a ridurre il nostro debito”. Per quanto riguarda, invece, Royal Bank of Scotland, l’altro istituto finito in mani pubbliche nel 2008, ci vorranno tempi più lunghi, ha aggiunto il cancelliere. Il Governo, che aveva versato 45 miliardi di sterline per salvare Rbs, ha incassato 2,1 miliardi di sterline ma ha perso 1,1 miliardi. La quota pubblica di Rbs è ora del 73%.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Schroders vicina al colpaccio in Gran Bretagna

Banche, Loyds: accetta su 9.000 posti di lavoro

Lloyds chiude l’anno in rosso, pesa ancora il Liborgate

NEWSLETTER
Iscriviti
X