Assoreti: 2,1 miliardi di raccolta a luglio

A
A
A
di Maria Paulucci 3 Settembre 2015 | 09:35
La raccolta netta delle reti di promotori a luglio è stata pari a 2,1 miliardi di euro. Da inizio anno l’apporto delle reti al sistema Oicr ammonta a 15,1 miliardi di euro.
RACCOLTA NETTA A LUGLIO – La raccolta netta delle reti di promotori a luglio è stata pari a 2,1 miliardi di euro: è quanto si apprende dai dati diffusi da Assoreti. A luglio, il dato rilevato dall’associazione indica una raccolta netta positiva per le reti di promotori finanziari superiore a 2,1 miliardi di euro, con un +5,9% rispetto a giugno. Il 90,5% degli investimenti netti coinvolge i prodotti del risparmio gestito, con risorse pari a 1,9 miliardi di euro, mentre il saldo delle movimentazioni sui prodotti amministrati è positivo per 204 milioni di euro. “Si conferma”, spiega poi l’associazione nella nota, “il trend che vede la prevalenza degli investimenti nel comparto assicurativo (1,1 miliardi di euro) e in particolare sulle unit linked, sulle quali confluisce il 95% delle risorse nette raccolte dalle reti in tale ambito”.
 
I NUMERI – La distribuzione diretta di quote di Oicr si concretizza in volumi netti positivi per 382 milioni di euro. Le scelte di investimento privilegiano i fondi di diritto estero (429 milioni di euro), e in particolare i fondi di fondi (242 milioni), mentre il bilancio mensile delle gestioni collettive aperte di diritto italiano è negativo per 43 milioni di euro. Positivo il saldo delle movimentazioni sulle gestioni patrimoniali individuali (386 milioni di euro). Prevale ancora l’interesse per le gpf (247 milioni di euro) e cresce quello nei confronti delle gpm (139 milioni). Il contributo mensile delle reti al sistema di Oicr aperti, attraverso la distribuzione diretta e indiretta di quote, si è attestato pertanto su un ammontare pari a 1,7 miliardi di euro. Da inizio anno l’apporto delle reti sale a 15,1 miliardi di euro.
 

I PROMOTORI OPERATIVI – Nel comparto amministrato, l’investimento in titoli vede la prevalenza degli ordinativi di acquisto per 131 milioni di euro. Il saldo della liquidità risulta positivo per 73 milioni di euro. Il numero di promotori finanziari con mandato dalle società rientranti nell’indagine Assoreti è pari a 21.769 unità a fronte delle 23.886 unità stimate per l’intera compagine. Di questi, 21.110 unità risultano operativi. Il numero di clienti primi intestatari è pari a 3,557 milioni. Assoreti sottolinea infine che “le flessioni riscontrate rispetto al mese precedente nel numero di promotori finanziari e nel numero di clienti sono riconducibili esclusivamente alla diversa composizione del campione di società partecipanti all’indagine”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Assoreti, la raccolta è sempre più bella

Assoreti: nella relazione 2020 la sintesi di un anno eccezionale

New Generation Plan, il resoconto dell’evento Assoreti

NEWSLETTER
Iscriviti
X