Speciale elezioni Anasf – Albo ed Enasarco, la svolta è vicina

A
A
A
di Marco Muffato 2 Ottobre 2015 | 06:00
Per Luca Lusetti della lista 1 “Il Futuro della Professione – Tutela, Sviluppo, Consulenza” occorre definire al più presto le partite decisive per il futuro della categoria dei promotori finanziari.

DIBATTITO INTERNO – Continua il dibattito interno all’Anasf sull’Albo unico dei consulenti finanziari e su altri temi caldi come Enasarco e Mifid 2 a pochi giorni dal termine fissato per il voto postale dei soci (9 ottobre). Luca Lusetti (nella foto), candidato della lista 1, in passato componente della commissione Albo promotori finanziari dell’Emilia Romagna dal 1998 al 2006 e membro del board di Efpa Italia dal 2001 al 2006, spiega a bluerating.com perché Albo ed Enasarco sono opportunità da cogliere al più presto.

Ferruccio Riva della lista 3 nella intervista su bluerating.bom (qui i dettagli) sostiene che l’Albo più che farlo presto bisogna farlo bene. La cornice adatta non sarebbe il Ddl Marino ma la legge di delegazione europea. Che ne pensa?
Partiamo da un fatto e cioè che i pf hanno già il loro Albo, insieme agli intermediari, quindi non c’è alcuna fretta in senso stretto. Tuttavia, occorre definire in tempi brevi la riorganizzazione dell’attività di consulenza per una vera tutela del risparmiatore. Ciò sulla base delle indicazioni che proprio Anasf ha fornito ai vari stakeholder con la proposta della Casa della consulenza, in cui ricomprendere tutti gli operatori che per varie ragioni ancora non sono nè censiti, nè vigilati, come i fee-only e le società di consulenza. Inoltre, la nuova configurazione comporterà il cambio di denominazione da promotori a consulenti, abilitati al collocamento, nonché l’attribuzione della vigilanza. Da questo punto di vista si tratta di importanti novità per il nostro settore. Il momento di chiudere con questo lungo lavoro penso sia questo e tergiversare ancora spostando il tema ulteriormente non credo possa essere tatticamente proficuo. È ora che ci si appropri del termine consulenti finanziari visto che è un ruolo c’è già si svolge quotidianamente con il nostro cliente.

Cosa potrà cambiare in Enasarco con le elezioni dei nuovi organi sociali dell’ente? Quale ruolo potrà avere l’Anasf?
Intanto, cambia appunto la modalità di voto che per la prima volta consente agli iscritti a Enasarco di esprimere il proprio voto e indicare per via elettiva i propri rappresentanti, non più nominati dalle varie consorterie. È questo è un successo importante conseguito dall’attuale direttivo dell’associazione. Questa grande opportunità di essere rappresentati e ‘riconosciuti’ nel panorama italiano passera ora per le nostre mani e quindi sarà occasione di una grande mobilitazione per la nostra categoria.

Con l’arrivo della Mifid 2 come cambierà l’attività del promotore finanziario? Come giudica le novità della direttiva?
Sarà una grande opportunità per tutti i consulenti finanziari del settore essendo evidente ed ancor più esplicito l’orientamento consulenziale della direttiva, naturale approdo della nostra storia di operatori qualificati in un’ottica professionale. Occorrerà certamente salvaguardare sotto il profilo economico tale attività di consulenza attraverso la conferma e la valorizzazione dell’attuale impianto remunerativo, legato al management fee.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Anasf, Alma Foti all’Uni di Parma

Consulenza, tutti gli incontri di Anasf alla Wiw e al Mese Edu.Fin

Anasf, tempo di votazioni ai congressi territoriali

NEWSLETTER
Iscriviti
X