Credit Suisse ingaggia l’ex Unicredit Mario Bombacigno

A
A
A
di Marco Muffato 6 Ottobre 2015 | 09:27
Il professionista entra nel team private dell’istituto elvetico con incarichi di responsabilità

CAPO DEGLI HIGH NET – Colpo di mercato per Credit Suisse, che continua a reclutare professionisti di alto profilo nel private banking dopo la cessione a fine 2014 della componente affluent del business. Entra in squadra Mario Bombacigno (nella foto), già deputy per il network di private banking di Unicredit, come responsabile della clientela high net, riportando direttamente a Stefano Vecchi, che guida il private banking della banca elvetica in Italia. Bombacigno entra in Credit Suisse dopo quasi 30 anni nel gruppo Unicredit dove ha ricoperto anche diverse posizioni manageriali nella direzione risorse umane per il nord Italia e poi nell’area commerciale; infine è stato direttore network del centro Italia e poi per la Lombardia.

 
ARRIVI RECENTI – L’arrivo di Bombacigno segue di poco quello di , sempre da Unicredit che dal primo settembre ricopre la carica di head of advisory & sales, per indirizzare e delineare meglio la strategia di advisory & sales in Italia a supporto di tutta l’attività di private banking, e di Giovanni Volpe per rafforzare ulteriormente la divisione Uhnwi nei servizi dedicati alle aziende. La sede italiana di Credit Suisse cui fanno capo le attività di private banking e asset management oltre a quelle ad esse correlate (ingegneria patrimoniale, fiduciaria, corporate finance) conta oltre 280 persone dedicate alla clientela private in Italia, oltre ai team di investment banking nazionali. In Italia Credit Suisse conta asset per oltre 20 miliardi di euro.
 

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Mutui subprime, conto salato per Credit Suisse e Deutsche Bank

Classifiche Bluerating: Credit Suisse in testa tra i fondi azionari Usa (euro hedged)

Di Crocco (Credit Suisse AM): “Come cambieranno le nostre strategie”

NEWSLETTER
Iscriviti
X