Il ddl sull’Albo dei consulenti passa al Senato

A
A
A
di Gianluca Baldini 14 Ottobre 2015 | 10:01
Dopo mille rinvii, l’ultimo annunciato a settembre, l’Albo dei consulenti fa un altro passo avanti e passa al Senato. L’Ok è arrivato da Forza Italia e dal Partito Democratico. Il Movimento 5 Stelle, invece, si è astenuto.

VIA LIBERA DAL SENATO – L’Albo Unico è sempre più vicino ad essere realtà. Oggi è infatti stato approvato al Senato il disegno di legge Marino numero 1559 che prevede la costituzione dell’Albo Unico dei consulenti finanziari che racchiuderà le società di consulenza, i consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede (quelli che oggi sono noti come  promotori finanziari) e i consulenti finanziari indipendenti.Come si può leggere direttamente sul sito web del Senato, in prima lettura, il disegno di legge in materia di riorganizzazione delle attività di consulenza finanziaria ha ricevuto 169 voti favorevoli, 3 contrari e 63 astensioni. Il testo del disegno è passato con alcune modifiche che veranno diffuse a breve da Palazzo Madama. Ora la parola passa nuovamente alla Camera e, come già anticipato da BLUERATING, la questione si potrebbe concludere positivamente entro la fine del 2015.

OK DA FORZA ITALIA E PD. ASTENUTI M5S – Contattato da BLUERATING, il segretario generale di Apf, Alessandro Paralupi ha spiegato che il passaggio del ddl è avvenuto di concerto con il favore delle forze politiche sia del Partito Democratico che di Forza Italia. “Solo il Movimento 5 Stelle si è astenuto a seguito della dichiarazione di voto della senatrice Bottici“, ha detto, “ma l’Apf si sta già adoperando per spiegare al M5S che la costituzione dell’Albo va incontro proprio ai valori condivisi da partito di Grillo come la tutela dei risparmiatori”. Anche il direttore generale di Apf, Joe Capobianco ha confermato la buona notizia sostenendo che “questo ulteriore passsaggio ci rende ancora più ottimisti e che l’Apf sta già lavorando come se la legge fosse già approvata”. Il plauso è giunto anche da Ascosim, l’associazione dei consulenti indipendenti guidata da Massimo Scolari che “esprime la propria soddisfazione per l’approvazione al Senato del Ddl 1559. Per questo”, ha sottolineato Scolari, “Ascosim annuncia l’avvio di uno Sportello di Informazioni sull’Albo dedicato a tutti i consulenti finanziari per diffondere informazioni e notizie riguardanti il nuovo Albo dei Consulenti Finanziari“. Nel pomeriggio è arrivato anche il commento di Maurizio Bufi, presidente dell’Anasf, l’associazione di categoria dei promotori finanziari. “Questo è un passaggio positivo e obbligato perchè mette un punto fermo al piano di riorganizzazione dell’attività di consulenza finanziaria in Italia, con i pf che diventano consulenti finanziari a pieno titolo e con l’individuazione delle due sezioni dedicate dei fee only e delle società di consulenza finanziaria”, ha affermato Bufi aggiungendo che “ora ci sarà il passaggio alla Camera, vediamo se ci saranno le condizioni per un ulteriore affinamento e miglioramento del testo del Ddl”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

ConsulenTia18/Conti Nibali (Ocf): “L’Albo di tutti i consulenti”

La debolezza controllata della sterlina

Ecco la conferma, nasce l’OCF

NEWSLETTER
Iscriviti
X