Banche, sì del governo al salvataggio di quattro istituti

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 23 Novembre 2015 | 08:55
Il salvataggio riguarda CariFerrara, Banca Marche, Popolare dell’Etruria e CariChieti.

NIENTE INTERVENTO PUBBLICO – Approvato dal Consiglio dei ministri il decreto legge per il salvataggio di CariFerrara, Banca Marche, Popolare dell’Etruria e CariChieti. Il provvedimento, si legge in una nota del cdm, consente di dare continuità all’attività creditizia e ai rapporti di lavoro tutelando pienamente i correntisti. Il tutto, sempre secondo il comunicato, senza “alcuna forma di finanziamento o supporto pubblico alle banche in risoluzione o al Fondo nazionale di risoluzione”. Inoltre, precisa la nota. “i provvedimenti di avvio alla risoluzione non prevedono il ricorso al bail in“. Il decreto legge entrerà in vigore il giorno stesso della sua pubblicazione, prevista per oggi.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Carige, un salvataggio che ricorda quelli varati da Renzi e Gentiloni

Banche “risolte”, c’è tempo fino al 31 maggio per chiedere gli indennizzi

Bper compra Cariferrara

NEWSLETTER
Iscriviti
X