Banca Generali vuole crescere anche attraverso lo shopping di rami d’azienda

A
A
A
di Chiara Merico 23 Novembre 2015 | 13:19
L’istituto punta a incrementare i servizi di consulenza per far crescere i ricavi da commissioni e inoltre ad accrescere il numero dei clienti.

AMPLIARE LA GAMMA Banca Generali punta ad ampliare la gamma di servizi con cui aumentare le entrate, senza escludere fusioni. Secondo quanto spiega Il Sole 24Ore, l’istituto, che nei primi nove mesi dell’anno ha visto aumentare sia il margine di intermediazione (+11%) sia la redditività (utile netto a 166,1 milioni), punta a incrementare i servizi di consulenza per far crescere i ricavi da commissioni e inoltre ad accrescere il numero dei clienti.

NUOVA PIATTAFORMA DI CONSULENZA – Nel secondo semestre del 2016 verrà lanciata una piattaforma di consulenza a 360 gradi: un mix di servizi che andrà oltre la classica asset allocation, offrendo una gamma di consulenza su diversi piani, dagli investimenti nell’arte alle successioni, alle questioni fiscali. 

FUSIONI IN VISTA? Non si esclude inoltre, secondo il quotidiano finanziario, la possibilità che Banca Generali voglia espandersi attraverso operazioni di M&A. Un primo fronte può essere il private banking, e l’ipotesi è lo shopping di rami d’azienda: l’altro riguarda il comparto delle fiduciarie. Infine, l’ultima opportunità riguarda la crescita per linee esterne nella rete distributiva.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banca Generali, la sostenibilità a misura di consulente (e cliente)

Procapite, Banca Generali si riprende il trono

Banca Generali, a colloquio col rettore

NEWSLETTER
Iscriviti
X