UniCredit cede due pacchetti di Npl ai fondi

A
A
A
di Chiara Merico 18 Dicembre 2015 | 09:53
Si tratta della quarta cessione conclusa quest’anno dall’istituto di piazza Gae Aulenti, e ha un valore di circa 250 milioni di euro.

QUARTA CESSIONE UniCredit ha ceduto due pacchetti di non performing loans di Pmi: l’operazione, la quarta conclusa quest’anno dall’istituto di piazza Gae Aulenti, secondo Il Sole 24Ore ha un valore di circa 250 milioni di euro e ha portato il controvalore dei crediti ceduti a 4,43 miliardi di euro nell’anno, e a 9 miliardi in due anni. E il trend è destinato a continuare: secondo quanto ha dichiarato il ceo Federico Ghizzoni, nel piano del gruppo è prevista una riduzione dei Npl pari a 14 miliardi di euro in tre anni. 

DUE PORTAFOGLI – Dell’ultima operazione di cessione fanno parte due portafogli, Raphael e Ticino: il primo, del valore di 100 milioni di euro, è stato ceduto a un veicolo di cartolarizzazioni finanziato da un fondo gestito da Cerberus Capital Management. Il secondo portafoglio vale circa 150 milioni di euro e verrà ceduto a un veicolo di cartolarizzazione il cui principale investitore è un fondo statunitense.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Banche, la guerra in Russia affossa i numeri delle big italiane

Unicredit – Commerzbank, salta la fusione ma i titoli volano

Banche, UniCredit: Parvus AM sale al 5%

NEWSLETTER
Iscriviti
X