Bsi, corsa a quattro per l’acquisizione

A
A
A
di Daniel Settembre 29 Dicembre 2015 | 10:00
Tra gli interessati ci sarebbero, oltre alla svizzera Julius Baer, anche Safra Sarasin, Efg e la Dbs di Singapore.

TERMINI AGLI SGOCCIOLI – Secondo quanto rivelato dal periodico Finanz und Wirtschaft e ripreso dal Sole 24 Ore, scadrebbe alla fine di quest’anno, il termine per la presentazione delle proposte d’acquisto per Bsi. Dopo l’arresto del mese scorso di Andrè Esteves, la brasiliana Btg Pactual, che ha bisogno di liquidità, sta cercando di cedere in tempi rapidi proprio l’istituto luganese, considerato uno dei pezzi pregiati del gruppo.

I POTENZIALI ACQUIRENTI – Tra gli interessati ci sarebbero, oltre alla svizzera Julius Baer, il cui nome è già corso in passato, anche Safra Sarasin, Efg (controllata dalla famiglia greca Latsis) e la Dbs di Singapore. Il ceo di Bsi, Stefano Coduri, ha auspicato che la banca possa rimanere “un buon partner per i clienti, i collaboratori, i poteri pubblici e l’economia ticinese”. La Bsi era stata ceduta da Generali a Btg Pactual per 1,2 miliardi di euro, con l’obiettivo di farne una piattaforma internazionale di private banking.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

NEWSLETTER
Iscriviti
X