Crac banche, per i rimborsi si deve attendere

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 4 Gennaio 2016 | 08:30
I risparmiatori vittime del crac di Banca Etruria, Banca Marche, CariFerrara e CariChieti dovranno passare per gli arbitrati.

LA SMENTITA – Non ci saranno rimborsi anticipati per i risparmiatori rimasti vittime del crac di Banca Etruria, Banca Marche, CariChieti e CariFerrara: secondo quanto riferisce Il Sole 24Ore, i clienti coinvolti dovranno prima passare attraverso gli arbitrati, e quindi attendere i dcreti previsti dalla legge di stabilità, che determineranno i criteri, le modalità e gli importi massimi di rimborso, oltre che l’identikit dell’organismo che dovrà giudicare caso per caso, anche se resta in pole position l’Autorità anticorruzione guidata dal magistrato Raffaele Cantone. Le precisazioni sono arrivate dal ministero dell’Economia, dopo che sulla stampa erano circolate indiscrezioni sulla probabilità che i nuovi istituti, in particolare la Nuova Banca Etruria, anticipassero ai clienti parte dei soldi persi nel crac.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Crac banche, i salvataggi costano 700 milioni

Fmi, pronti 2 miliardi di dollari per l’Islanda

NEWSLETTER
Iscriviti
X