Mps chiude il 2015 in utile per 388 milioni

A
A
A
Chiara Merico di Chiara Merico 8 Febbraio 2016 | 08:39
La banca ha registrato un utile netto di 388 milioni, con l’effetto dell’operazione Alexandria contabilizzata secondo le richieste della Consob a saldi chiusi.

UTILE NETTO DI 388 MILIONI – Il Monte dei Paschi di Siena ha chiuso il 2015 con un utile netto di 388 milioni, con l’effetto dell’operazione Alexandria contabilizzata secondo le richieste della Consob a saldi chiusi. Escludendo Alexandria, Mps chiude l’anno con una perdita di 112 milioni che include la posta straordinaria da 88 milioni del contributo al Fondo di risoluzione nazionale resosi necessario per il salvataggio delle quattro banche del centro Italia. Dal conto economico riclassificato spicca il calo delle rettifiche di valore sui crediti da 7,82 miliardi del 2014 a 1,99 miliardi quest’anno (-74%).

NPL, PROCEDE IL PROGRAMMA – Procede il programma di gestione dei crediti deteriorati, in linea con gli obiettivi del piano industriale; secondo una nota dell’istituto senese, lo stock lordo e netto dei crediti deteriorati si riduce nel quarto trimestre 2015, beneficiando del rallentamento dei flussi lordi, di una più efficace attività di recupero e della cessione di 1 miliardo di euro di sofferenze perfezionata a dicembre 2015. La copertura dei crediti deteriorati si attesta al 48,5%, sostanzialmente stabile rispetto a settembre e si conferma tra le migliori del sistema bancario italiano, fa sapere il comunicato.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mps affida la finanza a Rovellini

Mps torna in borsa, cosa fare con le azioni

Vendita di diamanti, le banche nel mirino della Guardia di Finanza

NEWSLETTER
Iscriviti
X