Cina, la crisi del credito rischia di essere peggio dei subprime

A
A
A
di Chiara Merico 12 Febbraio 2016 | 10:27
L’allarme è stato lanciato da Kyle Bass, fondatore dell’asset manager americano Hayman Capital, in una lettera agli investitori ripresa dal sito qz.com e da Milano Finanza

LETTERA AGLI INVESTITORI – Cinque volte peggio dei subprime: una crisi del credito cinese potrebbe portare a perdite per il comparto bancario superiori a cinque volte quelle subite dalle banche statunitensi in occasione della crisi dei mutui subprime. E’ quanto sostiene Kyle Bass, fondatore dell’asset manager americano Hayman Capital, in una lettera agli investitori ripresa dal sito qz.com e da MF-Milano Finanza. “In modo simile rispetto a quanto accaduto al sistema bancario americano, anche quello cinese ha scelto la strada del leverage e del rischio irresponsabile. Il rosso del sistema bancario cinese potrebbe superare del 400% quello delle banche statunitensi all’epoca dei subprime e sta vivendo una fase di accelerazione”.

Vuoi ricevere le notizie di Bluerating direttamente nel tuo Inbox? Iscriviti alla nostra newsletter!

Condividi questo articolo

ARTICOLI CORRELATI

Asset allocation, Cina: la view di Gam Italia Sgr

Asset allocation: la Cina vista da Lemanik

Asset allocation, bond: l’enigma cinese sotto la lente di JP Morgan AM

NEWSLETTER
Iscriviti
X