CheBanca! lancia il primo robo-advisor per il retail

A
A
A

Con Yellow Advice la banca democratizza il mondo degli investimenti e inaugura un nuovo modo di fare asset management.

Daniel Settembre di Daniel Settembre22 febbraio 2016 | 10:27

NUOVO ROBO-ADVISOR – CheBanca! continua la sua crescita nel mondo degli investimenti e lancia il primo robo-advisor bancario in Italia. Dopo aver registrato una raccolta indiretta di 3,6 miliardi (in crescita del 70% rispetto all’anno scorso), la banca retail del Gruppo Mediobanca passa alla terza fase del suo progetto di sviluppo sul gestito e inaugura Yellow Advice. Una nuova idea di consulenza bancaria unica in Italia: avanzata, personalizzata e multicanale, pensata per fornire assistenza su misura nell’ambito degli investimenti. Il servizio non prevede commissioni di ingresso all’attivazione né commissioni di performance, ma solo un costo di gestione pari allo 0,30% annuo.

CLIENTELA RETAIL
– Importata dalle best practices americane e britanniche, Yellow Advice introduce numerose novità rispetto all’offerta esistente sul mercato: un robo advisor non solo a servizio del consulente bancario ma aperto a tutta la clientela retail, con soglie di investimento accessibili (a partire da 20.000 euro), una tecnologia avanzata di web collaboration per la consulenza da remoto e una piattaforma (yellowadvice.chebanca.it) aperta a tutti con strumenti di educazione finanziaria e la possibilità di svolgere simulazioni e quiz. “Con Yellow Advice abbiamo voluto rendere disponibile a tutti un servizio di consulenza ad oggi limitato al mondo delle banche private”, ha commentato Roberto Ferrari, direttore generale di CheBanca!, “infatti, la soglia minima di accesso al servizio e i costi ridotti lo rendono un prodotto estremamente democratico che si rivolge a una fascia di clienti finora trascurata”.

COME FUNZIONA
– Altra novità di Yellow Advice: l’accesso interamente multicanale. Il cliente ha infatti la possibilità di gestire il suo portafoglio in modalità self, in totale autonomia dall’area clienti senza l’aiuto di un operatore, o in modalità help, con il supporto di un esperto via telefono o via web o in filiale. “L’obiettivo”, continua Ferrari, “è offrire un servizio di consulenza avanzato a 360°, che possa essere fruibile sempre anche da remoto. Una sfida difficile, che però siamo fiduciosi di superare: ad oggi oltre il 35% dei nostri clienti infatti accede al mondo del risparmio gestito esclusivamente online, segno che, con gli strumenti giusti il cliente può imparare a gestire autonomamente anche i prodotti di investimento più articolati. Un dato più che promettente se consideriamo che il bacino di crescita è ancora ampio e inesperto”.

LA SCELTA DEI PROFILI – È lo stesso investitore che fornisce i dettagli sui suoi obiettivi per ricevere in tempo reale una soluzione di investimento adeguata alle proprie esigenze. È possibile scegliere tra una proposta entry level che fornisce soluzioni di investimento come Fondi comuni, Sicav e anche polizze multi-ramo selezionate e distribuite da CheBanca! o invece selezionare il profilo più flessibile che permette di impostare in completa autonomia fino a quattro obiettivi di investimento differenti: crescita del capitale, difesa del risparmio e protezione e integrazione del reddito ognuno con un orizzonte temporale diverso.

L’ASSET ALLOCATION – Non appena il cliente decide di accedere a Yellow Advice il sistema presenta un questionario e una proposta di investimento basata sulle risposte del cliente: che la necessità sia quella di mettere da parte una somma per gli studi dei figli, per l’acquisto di una seconda casa o per assicurarsi una vecchiaia serena, il sistema presenta un’asset allocation su misura, in base all’obiettivo fissato, ai termini temporali indicati e al profilo di rischio selezionato. Durante il periodo di investimento il portafoglio del cliente viene costantemente monitorato, allineato con l’obiettivo di investimento fissato e ribilanciato in base ai movimenti del mercato e ai parametri stabiliti al momento dell’adesione. Il cliente riceve inoltre mensilmente un report del comitato investimenti di CheBanca! con l’andamento dei suoi investimenti e una finestra sul periodo d’investimento successivo.

I PRODOTTI
– Alla qualità dell’asset allocation si aggiunge la declinazione dei portafogli modello nei prodotti migliori per classe e categoria; fondi e sicav selezionati  attraverso uno scrupoloso processo di scoring interno e monitorati attentamente tra i 3600 fondi di 39 delle più importanti case di investimento mondiali disponibili all’interno della piattaforma di Risparmio Gestito CheBanca!.

ACCESSO MULTICANALE
– Ai vantaggi di qualità e di costo del servizio si aggiunge un ultimo fattore caratterizzante che è quello dell’accesso multicanale offerto alla clientela. Il cliente infatti ha la possibilità di scegliere come gestire Yellow Advice: in modalità Self, in totale autonomia dall’area clienti senza l’aiuto di un operatore, o in modalità Help, con il supporto di un esperto via telefono o via web o in filiale. Prima di iniziare a investire si può provare il servizio con una simulazione per prendere confidenza con la piattaforma. 

YELLOW CHANNEL –
Yellow Advice inoltre offre a tutti, clienti e non clienti, lo Yellow Channel, una feature all’interno del servizio di Yellow Advice che consiste in un importante supporto di educazione finanziaria come parte integrante dell’esperienza e del bagaglio culturale dell’investitore. Oltre agli approfondimenti e alle analisi di Morning. Star e Radiocor, destinati a un pubblico più esperto, Yellow Channel propone lezioni di economia e finanza a difficoltà crescente oltre a numerosi articoli di attualità e aggiornamenti costanti. In questo modo, chiunque potrà acquisire le conoscenze necessarie per gestire in autonomia i propri investimenti, dagli utenti esperti, gli investitori pro, per i quali sono a disposizione Radiocor e Morning Star, ai neo investitori e a coloro che hanno approcciato da poco il mondo del risparmio gestito, che potranno apprendere il significato dei termini più complessi con Yellowpedia, un utile glossario a portata di clic e strumento utile per monitorare l’andamento dei mercati in piena consapevolezza. Alla fine di ogni lezione, inoltre, c’è un questionario, per mettersi alla prova con quiz e domande direttamente su Yellow Channel.


Non è possibile commentare.

ARTICOLI CORRELATI

Mediobanca Sgr, benvenuti nella fabbrica di Piazzetta Cuccia

Tre nuovi fondi per Mediobanca Sgr

CheBanca!, ora pagare Anasf è più facile

CheBanca!, accordo con Ram nel nome del wealth

“Sempre di più”, prima convention per i cf CheBanca!

CheBanca! continua la corsa ad aprile

Consulenti, CheBanca! ingrana la marcia

Consulenti: Credem vince su CheBanca!

La rete di CheBanca! a forza 20

CheBanca! saluta il 2018 con oltre 20 ingressi

Consulenza e banche, tra digitale e nostalgia

CheBanca! ingaggia 9 cf in Campania ex Azimut e Banca Mediolanum

CheBanca! saluta 30 ingressi nel trimestre

CheBanca! distribuirà 37 fondi di Edmond de Rothschild Am

Consulenti, è guerra tra Credem e CheBanca!

CheBanca! preme l’acceleratore sulla rete

Quattro comparti di TCW nella rete di CheBanca!

CheBanca!, l’indagine rivela: filiale punto di riferimento per chi investe

Columbia Threadneedle e CheBanca!, accordo per distribuire 75 fondi

Consulenti, parte la rete di CheBanca!

CheBanca!, due ingressi di peso in Campania

CheBanca! prepara l’ingaggio di cento cf

CheBanca!, che colpi nel reclutamento in attesa di Marconi

CheBanca! si fa la sua rete di consulenti

CheBanca!, accordo con Orwell per i servizi digitali

CheBanca!, cambio di timoniere

CheBanca! a caccia di consulenti e private banker

Tante novità per la banking app di CheBanca!

CheBanca! vuole chiudere entro giugno l’integrazione con Barclays

Bancoposta e CheBanca! entrano nell’Aiip

L’importanza del digitale per i wealth manager

Le banche digitali mettono nel mirino 3 milioni di utenti e-commerce

Il futuro di CheBanca! si tinge di risparmio gestito

Ti può anche interessare

La scure della radiazione su un ex Mediolanum

Il percorso di violazioni del sig. Michele Valente si conclude con il provvedimento di Consob ...

Debutta Azimut Private Debt

Azimut diventa così la prima realtà in Italia a lanciare un fondo chiuso di private debt non riser ...

Consulenti, la “segnalazione” della banca conta più delle competenze

Consob, GfK, Ocf e Roma Tre rivelano: il secondo fattore di scelta del cf da parte del cliente è il ...